Maccheroni siciliani fatti a mano (al ferretto) al sugo : come farli e come cucinarli

Tra i formati di pasta maggiormente apprezzati nella tradizione siciliana vi sono i maccheroni siciliani al ferretto, che vengono realizzati interamente a mano, seguendo una ricetta precisa e definita, che senza alcun dubbio tutti gli abitanti del posto conoscono al meglio.

La base della realizzazione di questa pasta è davvero semplice, proprio perché alla base vi è l’impasto delle orecchiette oppure delle trofie, tipiche di altre tradizioni regionali italiane.

La tradizione dei maccheroni siciliani al ferretto

La tradizione dei maccheroni alla siciliana fatti al ferretto è antica, e anche dal nome possiamo comprendere delle caratteristiche relative alla storia di questo delizioso piatto.

In primo luogo possiamo dire che si chiamano così proprio perché era tipico arrotolare questa tipologia di pasta su un ferretto da calza, in modo tale da crearne la tipica forma.

Ad oggi chiaramente non si realizzano in questo modo, ma piuttosto sfruttando un piccolo spiedino di legno, semplicemente arrotolando della pasta su di esso.

La tradizione richiede la necessità di cucinare la pasta appena realizzata, in modo tale da poterne gustare la freschezza.
Nel caso in cui si decidesse di conservare la pasta fresca in frigorifero, questa potrà essere consumata al massimo entro due settimane, tuttavia i tempi di cottura saranno più elevati, valutando l’essiccazione della pasta.

Secondo la tradizione, non dovranno essere realizzati secondo delle forme estremamente regolari, proprio perché altrimenti si perderebbe l’effetto casereccio, e l’ideale sarebbe preparare l’impasto utilizzando della semola.

Il sugo, il condimento perfetto

Ciò che è importante nel caso dei maccheroni siciliani al ferretto è il condimento, ovvero il sugo. La tradizione sostiene che il condimento ideale è quello del sugo con la carne, cioè il ragù.

Allo stesso modo, però, durante l’estate è tipico cucinarli con un sugo alla norma, dunque con la base di sugo in aggiunta con delle melanzane a cubetti.

Maccheroni alla siciliana: gli ingredienti

Ecco quindi gli ingredienti di cui avrai bisogno per poter realizzare i maccheroni siciliani al ferretto.

Per la base, ovvero l’impasto della pasta, serviranno soltanto 400 g di semola, 200 ml di acqua e 8 g di sale.

Per il condimento, bisognerà utilizzare la ricetta di ciò che si sceglie di utilizzare. Secondo la tradizione, si condiscono con il ragù della domenica.

Il procedimento

Il procedimento per poter cucinarli non è affatto complesso, ma anzi, tutto il contrario. Anche i non esperti in cucina, seguendo questi semplici procedimenti, potranno realizzare un piatto delizioso da poter mettere in tavolo.

In primo luogo, bisognerà aggiungere gli ingredienti alla base dell’impasto, inserendo semola, acqua e sale in una ciotola.

La pasta dovrà essere lavorata semplicemente con le mani, sino ad ottenere la consistenza di un impasto.

Appena si avrà un panetto omogeneo, questo dovrà riposare per 30 minuti nel frigorifero, avvolto in una pellicola trasparente.

La pasta si realizzerà stendendo l’impasto e tagliando dei pezzetti rettangolari. Per avere dei veri e propri maccheroni, dovrai posizionare uno spiedino al centro per poter arrotolare in se stessa la pasta.

Per poterla cucinare, sarà sufficiente lessare i maccheroni siciliani al ferretto per circa 4 minuti, in cui termineranno la cottura. Sarebbe ideale unirli al condimento ancora al dente, così da poterli gustare al massimo.

Buon appetito!

Siamo così arrivati al termine del nostro articolo, in cui abbiamo analizzato la tradizione che c’è dietro ai maccheroni alla siciliana e la ricetta per poterli realizzare direttamente in casa, riproponendo parte della tradizione sicula in un semplice e delizioso pasto.

E allora, ti auguriamo un buon appetito!