5 masserie dove mangiare bene a Porto Cesareo

Porto Cesareo è un comune salentino in provincia di Lecce che si affaccia sul mare Ionio.

Ha vocazione prettamente turistica e ha una bellissima spiaggia lunga circa 20 chilometri.

Il mare è costellato da isolotti, e il più conosciuto fra essi è l’Isola Grande, chiamata anche “Isola dei Conigli”, raggiungibile sia a nuoto che con un apposito servizio barca.

Il mare è cristallino e incontaminato e quasi sempre calmo.

Nell’entroterra troviamo numerose masserie anche a coltura biologica dove è possibile passare giornate in completo relax o anche solo assaggiare le prelibatezze del posto, ed è proprio l’aspetto culinario che noi interessa, per questo di seguito ci permettiamo di suggerirmi 5 ottime masserie dove si mangia veramente bene.

Masserie a Porto Cesareo dove mangiare bene

Masseria Zanzara

Una da citare sicuramente è la masseria Zanzara sulla Strada Provinciale 113 km 7 che usa molti prodotti locali.

Fra gli antipasti spicca il “Crudo di mare” composto da frutti di mare come cozze e ostriche, crostacei come scampi e gamberi, oltre a tonno e pesce spada.

Il tutto ovviamente crudo ma che può essere mangiato in tutta sicurezza. Una spruzzata di limone è il giusto condimento.

Fra i primi, se vogliamo continuare con pietanze marinare, possiamo optare per i Cavatelli cozze e vongole con pomodorino gratinato al nero di seppia e scorza di limone,  una prelibatezza che vi stupirà.

Per secondo consiglierei il Polpo scottato con stracciatella, pomodorino e briciole di frisa, un piatto che unisce tipicità marinare con le tradizioni pugliesi quali stracciatella e frisa.

Masseria Gentile

Se abbiamo voglia di una buona pizza, possiamo recarci alla masseria Gentile, immersa nel verde degli ulivi, che si trova a Porto Cesareo Leverano in Via Carmiano 22.

Qui potremo gustare ottime pizze e ripieni farciti con i prodotti tipici salentini quali burrata e stracciatella circondati da ulivi secolari.

Masseria Torre Bellanova

In via Porto Cesareo troviamo la masseria Torre Bellanova  dove consiglio di scegliere piatti di terra. Ad esempio, come antipasto prenderei una selezione di salumi e formaggi locali; per primo una casareccia (pasta fatta in casa) con pesto di rucola, fagiolini e ricotta; come  secondo opterei per un rollè di coniglio disossato ripieno di carne magra tritata con olive, pomodoro secco e cipolla rossa.

Masseria Scianne

Nelle vicinanze, a Nardò, in via Provinciale Copertino,  si trova la masseria Scianne, dove potremo gustare il piatto pugliese tipico per eccellenza, cioè le orecchiette alle cime di rapa che possiamo richiedere abbinate a fichi e scamorza affumicata: un sapore davvero unico.

Non mi lascerei sfuggire la parmigiana di melanzane con mortadella, pecorino e polpettine, e i cubetti di cavallino (tenerissimi) cotti per otto ore in pignatta con aromi del posto.  Non potrete fare a meno della scarpetta con l’ottimo pane locale.

Masseria Podere 40

L’ultima masseria che andremo a visitare è “Podere 40” in Rione Pittuini a San Cesareo.

Come antipasto proporrei la purea di fave e cicoria; come primo consiglierei “ciciri e tria”, vale a dire pasta fritta fatta in casa a forma di spirale unita ai ceci; per secondo sceglierei la bombetta di vitello con caciocavallo e terminerei  il pasto col tipico pasticciotto leccese, un dolce di pastafrolla ripieno di crema pasticcera.

Non mi resta che augurarvi buon appetito con la cucina salentina.