|  |  | 

EVENTI In primo Piano

50TopItaly, l’innovativa guida del gusto firmata LSDM

Stampa Articolo
Le Strade della Mozzarella presenta la nuova mappa della cucina tricolore, un progetto che ridisegnerà la percezione della cucina tricolore in Italia e nel resto del mondo

Dopo il grande successo di 50TopPizza, Le Strade della Mozzarella (LSDM) firma una nuova guida, on-line e completamente gratuita, che, grazie ai suoi innovativi metodi di giudizio, sarà capace di ridisegnare la mappa della ristorazione italiana dentro e fuori dai confini nazionali. Si tratta di 50TopItaly, ultimo progetto a cura del celebre congresso di cucina d’autore in scena dal 2008 a Paestum, e diretto dai suoi ideatori Barbara Guerra e Albert Sapere, insieme al giornalista Luciano Pignataro.

Si parte, ovviamente, con le attività dello Stivale, suddivise per 5 fasce di prezzo: entro i 25 euro, entro i 45 euro, entro gli 80 euro, entro i 120 euro e oltre i 120 euro. Per ogni fascia, corrisponderà una speciale classifica con le migliori 100 insegne, a cui seguiranno altre 1.500 attività segnalate per un totale di ben 2.000 indirizzi sparsi lungo tutta la penisola. Ma la grande novità, certamente, sono le valutazioni sul resto del mondo, diviso in 27 diverse aree geografiche e dove saranno segnalati solo quei 50 ristoranti che per cucina, stile e veridicità dei prodotti sono capaci di offrire quotidianamente un autentico spaccato di cultura italiana.

A ‘dare i voti’ (che riguarderanno anche a servizio, accoglienza, carta dei vini e delle birre) saranno in Italia 130 ispettori, che valuteranno le tavole del Belpaese rispettando i diktat dell’anonimato e dell’autonomia – e, ovviamente, pagando il conto. Medesimi principi secondo cui si muoveranno i 350 giudici competenti fuori dai confini nazionali, sotto l’attento coordinamento del giornalista Guido Barendson. Il decalogo del cuoco italiano moderno, presentato all’ultima edizione di LSDM e ispirato ai principi della Dieta Mediterranea, sarà alla base del giudizio sulla parte gastronomica, mentre, per quanto riguarda l’offerta beverage, tanto più ricca, originale e con forti legami territoriali si rivelerà, tanto più positivamente sarà valutata.

Antonio Forestieri

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • Il Natale abita in Alto Adige

    Il Natale abita in Alto Adige

    Tornano i Mercatini Originali Alto Adige/Südtirol, l’evento che accende la festa più magica dell’anno. Bolzano, Merano, Bressanone, Vipiteno e Brunico: ecco le cinque città dove è possibile immergersi nella tipica atmosfera natalizia dell’Alto Adige L’Avvento

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website