Chi è Chef Carlo Cracco: ristorante, stelle Michelin, piatti famosi e vita privata

Non solo cuoco, ma anche celebre personaggio della televisione e scrittore, Carlo Cracco è sicuramente un soggetto molto controverso a cui non mancano numerosi fan. Noto anche per la partecipazione al famoso programma Masterchef, è specializzato nella ricerca di talentuosi aspiranti cuochi.

Vediamo, qui di seguito, tutte le informazioni anagrafiche e le curiosità che lo riguardano.

Curiosità su Carlo Cracco

Chi è, dove è nato, età e altezza

Chi è Carlo Cracco? Si tratta di uno dei cuochi che fanno parte del team di Masterchef, oltre che un personaggio televisivo molto noto per gli interventi diretti, spesso un po’ spietati e senza peli sulla lingua. Carlo ha inoltre pubblicato diversi libri che ruotano attorno al tema della cucina e preso parte al programma in onda su Sky Hell’s Kitchen Italia durante l’edizione del 2014.

Amato soprattutto dalle donne per via del fascino e dello sguardo intrigante, Cracco è nato a Creazzo, in provincia di Vicenza, l’8 ottobre del 1965, per cui è del segno della bilancia. Pesa 83 chilogrammi ed è alto 183 centimetri.

Attualmente è uno degli chef più quotati d’Italia, con molta probabilità secondo soltanto al collega Alessandro Borghese. Dopo aver frequentato l’Istituto Alberghiero di Recoaro Terme, Carlo si è trasferito a Milano e ha iniziato a collaborare con Gualtiero Marchesi. A partire da questo momento la sua carriera prenderà un’interessante svolta, visto che inizierà l’affermazione professionale.

Nel corso del tempo ha infatti ottenuto diverse soddisfazioni, conquistato stelle Michelin e lavorato in tanti prestigiosi ristoranti, oltre che a stretto contatto con Alain Ducasse in Francia. Negli ultimi anni gestisce il Cracco Peck in qualità di executive chef, allietando i palati dei clienti, nonché emozionando con pietanze uniche e particolarmente ricercate.

Chi è la moglie ? Chi sono i figli?

Oltre che per l’indiscussa abilità ai fornelli, Cracco ha conquistato l’attenzione del grande pubblico per via della vita privata, sulla quale viene mantenuto comunque un certo riserbo. Dalle fonti ufficiali si sa che Cracco è impegnato in una relazione con Rosa Fanti, classe 1983 e braccio destro negli affari del marito. Nonostante Rosa sia molto attiva sulle piattaforme social non è nota con precisione la sua data di nascita e di conseguenza il segno zodiacale. L’unica cosa certa è che fra i partner ci sono ben 17 anni di differenza.

Carlo e Rosa hanno dato alla luce Pietro e Cesare. Bisogna comunque far presente che Cracco aveva già altri due figli dalla precedente relazione.

Secondo le indiscrezioni Carlo e Rosa sono una coppia molto unita e affiatata. Lei ha conseguito una laurea in Scienze della Comunicazione e ha ottenuto un master di specializzazione Comunicazione e Marketing d’Azienda. Prima di conoscere Carlo aveva alle spalle delle esperienze lavorative, grazie alle quali ha potuto acquisire le conoscenze tecniche necessarie per seguire brillantemente le dinamiche dell’azienda fondata dal marito. C’è poi una curiosità insolita che riguarda la donna, ovvero il fatto di non saper cucinare.

Masterchef

Il cooking show Masterchef è diventato ha riscosso un certo successo anche in Italia per via della partecipazione di Cracco fino al 2017. Lo chef, inizialmente accanto a Bruno Barbieri e Joe Bastianich, per poi essere affiancato da Cannavacciuolo, è di certo passato alla storia come uno dei giudici più intransigenti e temuti dai partecipanti. Tuttavia, grazie al suo carisma e alla forte personalità, Carlo è riuscito a conquistare i telespettatori.

Le motivazioni che hanno spinto lo chef ad abbandonare definitivamente il programma non sono ancora del tutto chiare. Alcuni parlano di possibili contrasti con gli altri giudici, ma la verità sembra essere ben altra e legata a questioni strettamente lavorative. Dopo diversi anni trascorsi in tv, Cracco ha deciso di prendere in mano la sua vita e di pensare al futuro.

Nel corso degli ultimi anni, a causa della pandemia, ha dovuto affrontare numerose difficoltà, come del resto tutti i ristoratori italiani. Nonostante questa battuta d’arresto, la carriera professionale prosegue a gonfie vele.

Carlo Cracco sui social

Lo chef vicentino Cracco è oramai considerato una vera e propria star ed è anche abbastanza attivo sui social, specialmente su Facebook e Instagram (qui https://www.instagram.com/carlocracco/) , piattaforme in cui sono presenti le sue pagine personali seguite da tantissimi utenti. Proprio su questi portali social Carlo ha annunciato di essere diventato padre, così come altre importanti tappe che riguardano la carriera professionale.

In un’intervista Carlo ha dichiarato che i social e la cucina sono accomunati dalla condivisione, ma che come in ogni cosa della vita occorre sempre il giusto equilibrio. La divulgazione delle notizie deve essere misurata, anche perché la rete dovrebbe comunque avvicinare le persone e non diventare uno strumento per fare polemiche sterili che non portano a nulla di costruttivo.

Il ristorante

Negli ultimi anni Cracco ha finalmente coronato il suo sogno nel cassetto, ovvero quello di aprire un ristorante nel cuore di Milano, ovvero all’interno della Galleria Vittorio Emanuele II. L’omonimo locale di lusso, dal nome “Ristorante Carlo Craco”,  ha ottenuto una stella Michelin e viene gestito in collaborazione con il collega Luca Sacchi, nonché con il sommelier Gianluca Sanso.

Mangiare in questo ristorante, suddiviso su più livelli, è di certo un’emozione unica per tutti gli appassionati di cucina. La carta dei vini comprende oltre 200 etichette pregiate e 10mila bottiglie. Al piano terra si trova l’area caffè, mentre il ristorante vero e proprio è ubicato al primo piano e può ospitare fino a 45 coperti. Al secondo piano, invece, si trova una sala esclusiva, ovvero lo spazio Mengoni.

I prezzi delle pietanze non rappresentano un segreto, anche perché Cracco ha allestito un sito web in cui poter consultare i piatti con i relativi costi. Oltre alla selezione degli antipasti, sarà possibile ordinare piatti a base di pesce e carne, risotti, formaggi italiani, dessert, amaretti e tanto altro ancora.

I piatti di che lo hanno reso famoso

L’uovo marinato, l’insalata russa caramellata e il riso a base di lenticchie sono alcuni dei suoi piatti più celebri e conosciuti a livello internazionale. Degni di segnalazione sono anche la cotoletta sbagliata alla milanese, la crostata al limone e le cozze alla marinara. Cracco è soprattutto noto per gli accostamenti insoliti delle materie prime e a questo riguardo si ricorda il risotto a con acciughe, limone e cacao.

Stelle Michelin

Allievo di Marchesi, nonché uno dei primi chef italiani a prendere parte ai programmi sulla ristorazione, Cracco è riuscito a conquistare ben tre stelle Michelin. Bisogna comunque far presente che nel 2018 ne ha persa una. La terza stella è stata conquistata in seguito alla conduzione dell’Enoteca Pinchiorri.

Passione, creatività, impegno, tenacia e le numerose esperienze maturate fanno di Carlo uno chef eclettico, in grado di dimostrare alte competenze presso le aziende gastronomiche più rinomate del nostro territorio.

La pizza margherita

All’interno del ristorante di Cracco di Milano sarà possibile ordinare anche la famosa pizza Margherita che non ha nulla a che spartire con quella tradizionale che tutti conoscono, a partire proprio dall’aspetto.

La pizza di Carlo presenta un impasto di colore scuro dalla consistenza grumosa, viene condita con prosciutto crudo, pomodorini e mozzarella di bufala. Non manca poi una spolverata di origano e la foglia di basilico. Questa pizza viene proposta al costo di 16 euro e per qualcuno rappresenta un vero e proprio raffronto per la celebre pizza alla napoletana conosciuta in tutto il mondo.

A detta degli assaggiatori napoletani questa pizza ha un buon sapore ma il prezzo di vendita sembrerebbe eccessivo, comunque non alla portata di tutti, visto che si tratta comunque di un piatto povero e realizzato con ingredienti semplici.

Tags :