|  | 

Ristoranti

Dove mangiare bene a Pantelleria

Stampa Articolo
Pantelleria è un’isola meravigliosa, un luogo dove davvero si può staccare la spina dai ritmi cittadini, ma che richiede anche tanto sacrificio. Non è infatti un posto adatto a chi ama la vita comoda. Non esistono spiagge e per raggiungere il mare molto spesso è necessario avventurarsi tra le rocce. E a differenza di quello che si pensa poi, Pantelleria (come anche Linosa, e alcune delle Eolie ed Egadi) non è un’isola in cui il piatto tipico è il pesce.

Circondata da un mare spesso ostile, ma coperta da una fertilissima terra vulcanica, Pantelleria produce tantissime bontà oltre i noti vini e capperi. Ma dove mangiare bene a Pantelleria?

Iniziamo con uno dei ristoranti più conosciuti e frequentati: La Nicchia in contrada Scauri. Si mangia rilassati nel bel giardino pantesco. Ottimi e abbondanti la carbonara di tonno e gli spaghetti alla bottarga, buonissimo il pesce spada alla pantesca. Per il prezzo non più caro di altri ristoranti dell’isola, sui 35 euro.


Molto spartano, al limite tra un pub e un bar è l’affollato U Trattu a Rekhale, dove però ho assaporato per la prima volta gli spaghetti in bianco con totani e capperi. Una cucina sbrigativa ma genuina, prezzi chiaramente più bassi della media dell’isola.

La vera poesia di Pantelleria si nasconde a Mueggen, nel bellissimo dammuso di Salvatore Murana, produttore di un vino eccezionale. Qui si mangia davvero bene, in un’atmosfera surreale, lontano da tutto immersi nei sapori della natura. Le pappardelle alla crema di melanzane sono eccellenti così come i gamberoni al passito, il tutto innaffiatto dall’ottimo vino Gadì.

A chiusura un bacio pantesco delicatissimo. Qui gran parte delle materie prime del vostro piatto le trovate a pochi metri dalla vostra vista. I prezzi sono medio alti, ma concedetevi questo piccolo lusso prima di lasciare l’isola.

Altri due indirizzi sono degni di nota. La Pasticceria Piccoli Piaceri in Via G. Meli 7, che ogni giorno sforna il meglio deilla pasticceria locale e qualche prelibatezza salata.
Da non perdere il pane e gli arancini del Panificio Terremoto in zona Khamma, al mattino presto prendete i cornetti caldi e vederete nella cucina un grande tavolo dove le donne lavorano il riso per gli arancini. Prenotateli per la vostra colazione al mare. a persona in quattro con vino per saziarsi.

Il ristorante La Risacca ci è stato consigliato dai panteschi per il pesce fresco. Premesso che ogni giorno arriva pescato locale, e che i gamberoni che sbarcano sono tutti congelati a bordo, la preparazione del pesce non ci ha esaltato, mentre sono molto gustosi gli antipasti a base di verdure e ortaggi al buffer, e un bel piatto di pasta al pesto pantesco. Anche la pizza aveva un ottimo aspetto.

di Marianna Mastropietro

Tags

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website