|  |  |  | 

In primo Piano Senza categoria TURISMO

XXI Rapporto Turismo: in Italia vale oltre 100 mld

Stampa Articolo

Il tradizionale studio presentato alla Bit di Milano rivela come il comparto produca un giro d’affari oltre tre volte superiore al settore agro-alimentare

Nel 2016 i consumi turistici in Italia sono stati pari a 93,9 miliardi di euro, di cui 36,4 miliardi riconducibili alla domanda straniera (38,7% del totale) e 57,6 miliardi a quella interna (61,3% del totale). Il valore aggiunto attivato dal turismo si è attestato su 103,6 miliardi di euro, pari al 6,9% del valore aggiunto totale, vale a dire oltre tre volte quello prodotto nel settore “agricolo-alimentare” e oltre quattro volte la ricchezza generata dal “tessile e abbigliamento”. Il numero degli occupati ha superato i 3,2 milioni, pari a circa il 13,2% dell’occupazione nazionale.

Sono alcuni dei dati che emergono dal XXI Rapporto sul turismo italiano presentato stamane in occasione della Borsa internazionale del turismo che si chiude proprio oggi a Milano. Lo studio, curato dall’Istituto di ricerca su innovazioni e servizi per lo sviluppo del Consiglio nazionale delle ricerche (Iriss-Cnr), conferma la fase di sviluppo che sta vivendo il comparto turistico in Italia: secondo i dati presentati,  nel 2016 gli esercizi ricettivi hanno raggiunto la cifra record di 117 milioni di arrivi – 3,5 milioni in più rispetto all’anno precedente, con un incremento del 3,1% – e hanno registrato circa 403 milioni di presenze – 10 milioni di presenze in più, pari a +2,6%. Il trend positivo è confermato dai dati provvisori del primo semestre 2017 che ha registrato incrementi di arrivi e presenze rispettivamente pari al 5,5% ed al 7% rispetto al pari periodo dell’anno precedente, variazioni che si sono attestate nei primi dieci mesi dello scorso anno al 3,5% per gli arrivi ed al 5% per le presenze. Su una tendenza analoga si collocano le previsioni per il 2018, che indicano un ulteriore progresso degli arrivi del 4%.

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website