|  |  | 

EVENTI In primo Piano

Vinitaly 2018: il programma delle Donne del Vino

Stampa Articolo

Dalla magia delle vecchie vigne al wine business al femminile in Asia, l’associazione festeggia i suoi primi 30 anni con 4 giorni di degustazioni e incontri

Sarà una grande degustazione di vini da vigneti storici con oltre 80 anni di età ad aprire domenica 15 aprile il Vinitaly 2018 delle Donne del Vino, un anno importante in cui l’associazione presieduta da Donatella Cinelli Colombini festeggia i suoi 30 anni di vita. Tanti i messaggi che si lanceranno dal salone di Verona, dal 15 al 18 aprile: una tavola rotonda sull’importanza delle donne nei consumi di vino in Asia; la presentazione di una nuova guida al femminile; gli incontri con le altre associazioni di donne in agricoltura e infine, la grande cena di fine Vinitaly al Palazzo della Gran Guardia di Verona.

Si comincia domenica 15 aprile alle 15 nella Sala Tulipano (piano – 1), con un incontro dedicato ai vini ottenuti da vigneti ottuagenari: “La magia delle vigne vecchie: Le Donne del Vino presentano vini da viti anche di ottant’anni”, una degustazione di straordinario interesse di 10 vini provenienti da sei regioni e guidata da uno dei massimi wine critics del mondo, Ian D’Agata. Tra le Donne del Vino e loro cantine nella degustazione, possiamo ricordare: Annalisa Zorzettig dell’omonima cantina, col suo Malvasia Myò Vigneti di Spessa Doc Friuli Colli Orientali 2016; Eliana Maffone di Tenuta Maffone, con l’Ormeasco di Pornassio Superiore Doc 2015; Restituita Somma di La Sibilla, col Vigna Madre Doc Campi  Flegrei, Piedirosso 2013; Elena Bonelli della Cantina Ettore Germano, con il Barolo Docg Lazzarito Riserva 2011; infine, José Rallo di Donnafugata, col celebre Ben Ryé Passito di Pantelleria Doc 2015.

Appuntamento a lunedì 16 aprile 2018 alle 10 nel Padiglione 10 Piemonte, invece, per la tavola rotonda sul rapporto tra Donne del Vino e il mercato asiatico, con interventi di tre grandi esperte da Cina, India e Giappone sulle strategie di marketing e di comunicazione più efficaci per chi vuole esportare vino in Asia: Aline Bao (Cina), direttore della divisione gradi vini di COFCO, Madhulika Bhattacharya (India), portavoce de La Cave enoteca di vini di alta gamma a Nuova Deli e Yumi Tanabe (Giappone), responsabile del maggiore concorso enologico giapponese “Sakura” che ha una giuria interamente femminile.

A corollario dell’intensa quattro giorni di eventi, mercoledì 18 aprile, a partire dalle 10.30 nella sala convegni della Regione Abruzzo (Padiglione 12), si terrà l’Assemblea nazionale delle Donne del Vino, mentre il programma si concluderà la stessa sera, con la cena e la celebrazione del trentennale.

Antonio Forestieri

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website