|  |  | 

Cibo News In primo Piano

Val Venosta: arrivano le albicocche

Stampa Articolo

Con  l’imminente e la Val Venosta si preparara a raccogliere uno dei suoi frutti più preziosi: l’albicocca. Ecco tutte le deliziose peculiarità di uno dei protagonisti indiscussi della stagione

La Val Venosta, incastonata nel cuore dell’Alto Adige, è l’autentico paradiso della frutta italiana. Se le mele, a queste latitudini, sono certamente il prodotto più celebre e apprezzato, probabilmente il simbolo di un’intera filiera agricola d’eccellenza, d’estate sono le albicocche a farla da padrone, assumendo il ruolo di protagoniste delle produzioni della Valle.

Il conto alla rovescia è già partito: le albicocche della Val Venosta, infatti, vengono raccolte e rese disponibili dalla prima metà di luglio a metà agosto. Il clima secco e mite tipico della Valle, d’altronde, lo rende il territorio perfetto: grazie alle giornate calde e soleggiate, con poche precipitazioni, forti escursioni termiche e terreni ariosi, in Val Venosta le albicocche possono sviluppare un gusto inconfondibile e un aroma semplicemente delizioso. Inoltre, la coltivazione avviene a un’altitudine compresa tra i 600 e i 1.200 metri sul livello del mare, a garanzia di una qualità eccellente.

Frutto non solo protagonista dell’estate ma dalle origini antichissime, le sue caratteristiche sono inconfondibili: di forma tonda e leggermente allungata, la buccia è vellutata e di colore giallo-arancio. Il diametro invece, superiore alla media, è tra i 4 e gli 8 cm, mentre la sua polpa morbida e succosa sprigiona un sapore squisitamente dolce e molto aromatico. Infine, grazie all’elevato contenuto di beta-carotene, le albicocche venostane sono ottime alleate della vista e della pelle, oltre che utili a rinforzare le difese immunitarie dell’organismo: dispongono infatti di un elevato contenuto di niacina, vitamina C e potassio.

Un concentrato di sapori e di benessere che, oltre al consumo a crudo, si presta bene a essere utilizzato per la preparazione di dolci a base di frutta, composte o centrifugati. Ma il vero sapore si sprigiona nelle marmellate: casalinghe e appassionati di cucina, infatti, attendono ogni anno il periodo estivo per acquistare l’albicocca venostana.

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website