|  | 

Cibo News

Uova, ecco come leggerle

Stampa Articolo
Le uova di gallina hanno un sistema di etichettatura obbligatoria che consente di distinguere la provenienza e il metodo di allevamento con un codice che con il primo numero consente di risalire al tipo di allevamento (0 per biologico, 1 all’aperto, 2 a terra, 3 nelle gabbie), la seconda sigla indica lo Stato in cui è stato deposto (es. IT), seguono le indicazioni relative al codice ISTAT del Comune, alla sigla della Provincia e, infine il codice distintivo dell’allevatore, spiega la Coldiretti.
A queste informazioni si aggiungono quelle relative alle differenti categorie (A e B a seconda che siano per il consumo umano o per quello industriale) per indicare il livello qualitativo e di freschezza e le diverse classificazioni in base al peso XL, L, M, S).
Sul guscio di ogni uovo, quindi, sono indicate le informazioni necessarie per un acquisto consapevole. Per questo è importante verificare sempre l’etichettatura. Soprattutto alla luce, afferma la Coldiretti, della recente operazione dei carabinieri Nas di Foggia che ha portato al sequestro di oltre 26 mila uova pericolose per la salute prive di marchiatura identificativa.

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website