|  |  | 

EVENTI In primo Piano

SAN GREGORIO ARMENO, LA STRADA DEI PRESEPI NAPOLETANI

Stampa Articolo
A Napoli, nel centro storico, esiste una strada famosissima in tutto il mondo per la produzione di pastori e presepi: San Gregorio Armeno. Essa è sicuramente una delle strade più visitate dai turisti, in quanto l’arte presepiale non esiste in nessun altra città al mondo e per questo motivo chi visita Napoli, deve necessariamente passarci, anche solo per una passeggiata.

Le sue origini risalgono all’epoca classica, quando esisteva ancora il tempio dedicato a Cecere, al quale i napoletani offrivano come ex voto delle piccole statuine di terracotta, fabbricate nelle botteghe vicine. Per quanto riguarda, invece, la nascita vera e propria del presepe napoletano la si fa risalire alla fine del Settecento.

Il periodo più caratteristico per visitare San Gregorio Armeno è ovviamente quello che precede il Natale, ma è anche il più caotico e spesso si finisce col non riuscire ad ammirare i presepi esposti. Le botteghe sono sempre aperte, anche ad agosto, ed attraversare la strada è sicuramente un’esperienza suggestiva, una tappa obbligatoria per tutti i turisti.

Anche i napoletani non rinunciano, almeno una volta all’anno, nel periodo di Natale specialmente, di passeggiare per la stradina del centro storico. La tradizione vuole che ogni anno il presepe venga riempito con pastori nuovi e San Gregorio Armeno è ovviamente la patria di queste piccole statuine prodotte artigianalmente. Qui si respira un’aria diversa da quella che si respira normalmente in una grande città come Napoli. È un posto diverso da tutto il resto, molto legato alle tradizioni e all’arte manuale.

Lungo la strada sono esposti tutti i personaggi classici del presepe: la Sacra Famiglia con il bue e l’asinello, i Re Magi e gli innumerevoli figuranti come i pastori, i venditori di frutta, il pescivendolo, il macellaio e l’acquaiola. Una delle caratteristiche del presepe napoletano è quella di essere un connubio tra sacro e profano, infatti oltre alle statuine della Sacra Famiglia, vengono create anche le caricature dei personaggi famosi del presente e del passato, come Totò, Maradona, Hamsik, Massimo Troisi, ecc… Gli artigiani ci mettono tutta l’ironia e la fantasia, che solo i napoletani hanno.

Seppur rinnovata nel tempo, l’arte presepiale celebra comunque un’arte secolare, che ancora affascina ed appassiona tantissime persone.

Alessia Giannino

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • Il Natale abita in Alto Adige

    Il Natale abita in Alto Adige

    Tornano i Mercatini Originali Alto Adige/Südtirol, l’evento che accende la festa più magica dell’anno. Bolzano, Merano, Bressanone, Vipiteno e Brunico: ecco le cinque città dove è possibile immergersi nella tipica atmosfera natalizia dell’Alto Adige L’Avvento

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website