Salento tutto da scoprire: le spiagge più belle

Un viaggio alla scoperta delle località marittime della Puglia, tra le spiagge bianche del mare Adriatico e Ionio

Di seguito una lista delle località più belle, secondo il nostro gusto.

LE SPIAGGE DEL SALENTO

Attraversando tutto il salento da Santa Maria di Leuca ad Otranto si apprezza tutta la bellissima costa pugliese, custodita nel Parco regionale Costa Otranto Santa Maria Leuca e Bosco di Tricase. Un paesaggio mozzafiato cattura l’occhio tra gruppi di case, strutture alberghiere intrise tra alte rocce e località sospese sul mare dal color blu cobalto.

Sicuramente l’autunno e la primavera sono le stagioni migliori per apprezzare il Salento e le località marine, che nel periodo estivo e primaverile sono letteralmente prese d’assalto dal turismo che ricerca costantemente la bellezza delle sue spiagge di sabbia fine e dai bassi fondali, tra villaggi, residence e campeggi per tutti i gusti.

Il divertimento poi è assicurato perché l’estate in Puglia è fatta di occasioni per fare festa e per partecipare agli eventi legati alla tradizione del posto, che portano i visitatori a conoscere da vicino la cultura e la cucina tipica.

SPIAGGIA TORRE DELL’ORSO

Torre dell’Orso è una tra le spiagge più belle della Puglia, e si estende su un tratto di costa a forma di mezzaluna, per un totale di 9 km di lunghezza, che comprende due scogliere. A largo nel mare cristallino ci sono due faraglioni simili, chiamati le Due Sorelle, tra grotte che nascondono graffiti greci e latini a testimonianza del passaggio dei naviganti del passato.

Arrivare a Spiaggia Torre dell’Orso: A nord di Otranto, si arriva in questo tratto di costa dal centro abitato che porta lo stesso nome. Si parcheggia a pagamento vicino alla pineta e passando tra i sentieri si arriva sia la spiaggia libera sia quella attrezzata con lettini e ombrelloni.

I dintorni di Torre dell’Orso: le piccole spiagge sono maggiormente apprezzabili fuori stagione, a causa del grande afflusso di bagnanti, tuttavia ci sono altre zone veramente belle da vedere, ossia la grotta della Poesia, a nord; i famosi faraglioni di Sant’Andrea, spostandosi verso sud.

BAIA DEI TURCHI

La Baia dei Turchi è una meta molto ambita dai bagnanti, d’altronde la spiaggia di sabbia fine e bianca e i fondali bassi la rendono ideale per una giornata al mare con tutta la famiglia, tra le gialle dune e le sfumature dei colori di un mare trasparente che si nasconde a tratti tra le rigogliose pinete. Questo tratto di costa vicino ad Otranto ha visto sbarcare la flotta degli Ottomani nel 1480.

Arrivare a Baia dei Turchi: una volta arrivati alla Baia dei Turchi si può parcheggiare direttamente sulla strada oppure alla spiaggia vicina degli Alimini. Si prosegue quindi a piedi fino alla spiaggia.

I dintorni di Baia dei Turchi: la spiaggia è una lingua di sabbia fine con dune e a tratti più scura, dove sono presenti parti attrezzate oppure libere.

SPIAGGIA DI PORTO BADISCO

Segnata dalla preistoria, con i graffiti presenti nella grotta dei Cervi, e dalla leggenda, che racconta l’approdo di Enea e i suoi compagni, la spiaggia di Porto Badisco è oggi una cala tranquilla con una piccola spiaggetta e parti rocciose; intorno piante di mirto e fichi d’india.

Arrivare a Porto Badisco: nella zona si può parcheggiare sulla strada e arrivare alla spiaggia caratterizzata da una scogliera fatta di pietre a tratti taglienti.

I dintorni di Porto Badisco: vicino a Porto Badisco c’è Porto Miggiano: dopo aver parcheggiato nei pressi dell’Augustus Resort, si arriva alla spiaggia accedendo ad una scala in cui è segnalato il pericolo di crolli. La cala, non attrezzata, è davvero piccola ma intrisa di colore, dal giallo della falesia alle sfumature blu del mare.

 CALA DELL’ACQUAVIVA

Le continue sorgenti di acqua fredda che sgorgano sul mare rendono il mare di Acquaviva particolarmente freddo. Custodita da una ripida parete rocciosa, la cala è fatta di poca sabbia e molti scogli, presenti anche nel fondale cristallino. Tuttavia le rocce sono levigate dall’acqua quindi è possibile stendersi sopra con l’asciugamano.

Arrivare a Cala dell’Acquaviva: si parcheggia vicino a Castro Marina e si arriva alla caletta, tra poca sabbia e per lo più scogliere.

I dintorni di Cala dell’Acquaviva: anche nelle zone circostanti ci sono più scogli che spiagge.

MARINA DI PESCOLUSE

Questa zona dello ionio è ideale per le vacanze in famiglia, le spiagge sono ampie, fatte di sabbia fine e l’acqua bassa lascia affiorare lingue di sabbia. Insomma soprattutto i bambini non potranno che divertirsi in sicurezza in questo tratto di costa davvero bello, che offre tutti i servizi necessari, grazie alla presenza di stabilimenti balneari, ma anche spiagge libere dove poter posizionare asciugamani e ombrelloni.

Arrivare a Marina di Pescoluse: una volta parcheggiato sulla litoranea si giunge a quelle che sono soprannominate le “Maldive del salento” e probabilmente non servono tante parole per far intuire il tipo di paesaggio che ci troviamo di fronte: sabbia bianca, mare dai colori incantevoli, unica pecca è l’affollamento, ma d’altronde chi è disposto a rinunciare a cotanta bellezza? Impossibile non fare tappa in questo vero e proprio paradiso.

I dintorni di Marina di Pescoluse: nei dintorni si può visitare la Grotta delle Tre Porte e Torre San Giovanni; da vedere anche oltre alle spiagge anche strutture antiche come il dolmen Argentina e le Pajare salentine.

LOCALITA’ LIDO MARINI

Vicino ad Ugento troviamo Lido Marini, la cui spiaggia di trova a Salve, che offre un paesaggio ideale per una vacanza in famiglia, grazie all’acqua calda, oltre che pulita e sabbia fine adatta per il divertimento dei bambini.

Arrivare a Lido Marini: si raggiunge dalla litoranea.

I dintorni di Lido Marini: dalla spiaggia dei Paduli, che accetta anche i nostri amici a quattro zampe, si arriva anche a Torre mozza.

PUNTA DELLA SUINA

Nella città di Gallipoli si trova questa bellissima spiaggia dai colori impressionanti del mare e un terreno arido che assomiglia a quello lunare. Probabilmente meno adatta ai bambini, ma comunque molto interessante da visitare, magari utilizzando delle scarpe chiuse per accedervi più agilmente.

Il mare è veramente limpido e la vegetazione circostanti regala profumi inebrianti oltre che un clima veramente ideale, lievemente ventilato ma caldo.

Arrivare a Punta Suina: dalla litoranea vi si accede da diverse zone.

I dintorni di Punta Suina: la spiaggia di Gallipoli oppure lido Pizzo, verso sud sono altrettanto belle quanto affollate.

BAIA DI PORTO SELVAGGIO

All’interno del Parco Regionale di Porto Selvaggio troviamo un promontorio che si estende formando un’insenatura rocciosa fatta per lo più di ghiaia, bagnata da un mare cristallino che si mescola al blu delle acque più profonde.

Arrivare a Porto Selvaggio: qui si arriva passeggiando nella pineta, ma più che altro via mare, dato che numerose barche approdano alla cala arrivando da Porto Cesareo, d’altronde la spiaggia non è proprio comoda, ma il mare invita sicuramente a tuffarcisi.

I dintorni di Porto Selvaggio: nelle vicinanze è possibile arrivare alla spiaggia di Padula bianca.

TORRE CHIANCA

Per gli amanti delle immersioni non può mancare la tappa di Torre Chianca, qui, senza dover andare troppo in profondità si ammirano le colonne romane che sono affondate con il naufragio dell’imbarcazione che le stava trasportando.

Arrivare a Torre Chianca: si arriva alla zona da Porto Cesareo e qui si possono ammirare diverse cale particolarmente affollate dai bagnanti.

I dintorni di Torre Chianca: nelle vicinanze ci sono molte spiagge di sabbia.

BAIA DI TORRE LAPILLO

In questa località balneare ce n’è per tutti i gusti, la spiaggia di Torre Lapillo è infatti ideale sia per chi cerca animazione e divertimento, sia per chi vuole una maggiore tranquillità: questo tratto di sabbia fine e bianca è infatti destinato le più svariate tipologie di bagnanti.

Arrivare a Torre Lapillo:  si arriva da Torre Chianca

I dintorni di Torre Lapillo: nelle vicinanze c’è Punta Prosciutto