|  | 

Vino News

Sabato Divino si celebra a cena

Stampa Articolo

Nove cene nei Palazzi di alcune delle più illustri famiglie storiche di produttori che accoglieranno gli ospiti (circa 40 persone per ogni cena) all’interno di proprietà di raffinata bellezza. Tra queste, Palazzo Antinori, Palazzo Frescobaldi, Palazzo Ricasoli, Palazzo Corsini al Prato.
Tra le sedi di due delle cene anche due ristoranti sempre più in vista, “Ora D’Aria” di Marco Stabile dove a invitare sono quattro aziende produttrici di Brunello, Valdicava, Casanova di Neri, San Filippo e Siro Pacenti. Come il Borgo San Jacopo, quest’ultimo ospiterà la cena de Il Borro, anticipata da un aperitivo a Palazzo Spini Ferroni.
Incuriosisce e si segnala per la contemporaneità della scelta, la cena tutta biologica e vegetariana preparata dallo chef de La Leggenda dei Frati a Palazzo Capponi all’Annunziata per l’Azienda Querciabella, new entry biodinamica nel parterre de rois di Divino Tuscany.

Accompagnata da una lieve e sofisticata colonna sonora di soli flauti si annuncia come uno degli appuntamenti più ambiti (per soli 12 commensali), una cena “taylor made” servita da un numero di camerieri pari al numero degli ospiti.
Piena di verve e animazione, vivacissima e dal tono elegantemente informale, invece, la cena ospitata da James Suckling con un gruppo di produttori, soprattutto i più giovani, nel contesto caldo e particolare del “Teatro del Sale” dove per un’intera notte, complice l’indole istrionica dello chef patron, Fabio Picchi, va in scena tutto l’entusiasmo e la gioia del fare ottimi vini insieme, protagonisti di un territorio di successo nel mondo.
(photo di Alessandro Moggi)
www.divinotuscany.com

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • VILLA MONTEPALDI

    VILLA MONTEPALDI

    Villa Montepaldi, l’azienda agricola dell’Università degli Studi di Firenze, presenta sul mercato un nuovo prodotto che parla di storia e di antiche tradizioni: San Pietro Vin Santo del Chianti Classico Doc Occhio di Pernice 2010.

  • “Ventanni” di amicizia e solidarietà

    “Ventanni” di amicizia e solidarietà

    Per celebrare il profondo legame che unisce l’enologo Riccardo Cotarella ai ragazzi di San Patrignano è stata ideata una nuova etichetta L’enologo, vent’anni fa arrivava per la prima volta a San Patrignano, ad aiutare i

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website