|  | 

Vino News

Nuova Docg in Umbria

Stampa Articolo

 

Amelia è il nome scelto per questa Doc che territorialmente interessa larga parte della provincia di Terni e valorizza vitigni autoctoni come il Ciliegiolo e il Grechetto, oltre a produzioni particolari quale il Vin Santo Occhio di Pernice. Un cambiamento importante nel panorama enologico della regione che dopo Montefalco, Orvieto e Torgiano ora potrà vantare un’altra “città” del vino: Amelia

Nasce la Doc Amelia nome che contrassegna, dalla vendemmia 2011, l’area dei territori della bassa Umbria, finora conosciuti come Colli Amerini.

Prende il nome dalla cittadina umbra dalla tradizione vitivinicola antichissima testimoniata anche dagli scritti di Virgilio e Tacito: la Doc Amelia sintetizza in un’unica denominazione l’eccellenza di un terroir unico nella provincia di Terni per caratteristiche pedologiche e climatiche.

La nuova Denominazione è il risultato di oltre due anni di ricerca svolta dal Consorzio di Tutela Doc Amelia, in collaborazione con i maggiori esperti del settore, per dare maggiore autorevolezza e riconoscibilità, in Italia e all’estero, ai vini di questo territorio, anche attraverso la valorizzazione dei vitigni autoctoni, come il Ciliegiolo e il Grechetto.

Un’importante novità è l’estensione della Doc Amelia anche al Sangiovese, che in questi territori esprime note di particolare qualità, e ai passiti Vin Santo e Vin Santo Occhio di Pernice.

Il disciplinare prevede, inoltre, la riduzione della produzione per ettaro di uve e impone che le operazioni di vinificazione, conservazione, maturazione, affinamento e imbottigliamento siano effettuate esclusivamente all’interno della zona di produzione.

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • Vinarius: focus sul Natale 2018

    Vinarius: focus sul Natale 2018

    L’Associazione delle Enoteche Italiane rivela i risultati del sondaggio condotto sui suoi associati: per il periodo invernale, incrementi attesi tra il 10 e il 15% A pochi giorni dal Natale, Vinarius, l’Associazione delle Enoteche Italiane,

  • Brindisi di Natale con Freschello Extra Dry

    Brindisi di Natale con Freschello Extra Dry

    Il metodo charmat dell’azienda di Montorso Vicentino, anche quest’anno, sarà l’anima delle feste Arrivano le feste e bisogna prepararsi a brindare con stile. Le bollicine, per Natale e Capodanno, non possono mancare, soprattutto se sono

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website