|  | 

In primo Piano

Natale, idee regalo: enogastronomia va per la maggiore

Stampa Articolo

Saranno 9,7 mln i cesti enogastronomici che troveranno spazio sotto l’albero degli italiani. La tendenza di quest’anno è rappresentata dalla personalizzazione

Quasi un italiano su tre (30%) ha scelto per le festività di regalare prodotti alimentari tipici e tra questi il 60% anche in forma di tradizionali cesti natalizi che, in totale, raggiungeranno quota 9,7 mln sotto l’albero degli italiani. E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti/Ixe’ “Il Natale nel piatto” presentata nel mercato di Campagna Amica a Roma in Via San Teodoro al Circo Massimo.

I prezzi variano notevolmente, ma normalmente oscillano dal cesto minimal a 20 euro sino a 200 euro per quello con specialità più ricercate. Nel tour de force enogastronomico che ci attende verranno consumati quasi cento milioni di chili tra pandori e panettoni, almeno cinquanta milioni di bottiglie di spumante, ventimila tonnellate di pasta, 6 milioni di chili tra cotechini e zamponi ma anche frutta secca, pane, carne, salumi, formaggi e dolci.

La tendenza di quest’anno è rappresentata dalla personalizzazione dei cesti: da quelli solidali a quelli più lussuosi con specialità esclusive, da quelli salutistici a quelli autarchici, passando per quelli green e vegan. Tra i cesti della solidarietà i più richiesti sono quelli con i prodotti delle aree terremotate di Umbria, Marche, Abruzzo e Lazio, con i biscotti di Accumuli, la lenticchia di Castelluccio di Norcia Igp, l’olio extravergine ma anche il pecorino e il guanciale marchigiano. Immancabili per il Natale 2017 i cesti gluten free con farina di castagne, quinoa e tisane per tutti i gusti, o il cesto vegano con riso, olio extravergine, zafferano, vino Vegamaro Negroamaro Igt Salento.

Per un Natale all’insegna del lusso invece c’è lo spumante con polvere d’oro e quello con una preziosa etichetta Swarovsky, ma anche il caviale italiano dalla Lombardia. Ma si puo’ puntare anche sui superfood della nonna che vantano straordinarie proprietà, dalla rosa di Gorizia al fagiolo del purgatorio. E ancora – prosegue la Coldiretti – per i più nazionalisti c’è anche il cesto autarchico in cui poter apprezzare i primi panettoni e i pandori 100% italiani prodotti con grano tenero della varietà Giorgione, selezionato, coltivato, raccolto e macinato in Italia insieme agli altri ingredienti.

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website