|  |  | 

In primo Piano itinerari enogastronomici

Monferrato, Pasqua all’insegna del gusto

Stampa Articolo

Cuore della proposta del Relais Rocca Civalieri è il menu studiato dallo chef resident Fabio Bianchi. E a Pasquetta torna la “merenda sinoira”

Il periodo di Pasqua, oltre al suo profondo significato religioso, coincide per tradizione con l’inizio delle gite fuori porta, ideali per godere appieno, lontano dallo smog cittadino, dei colori e dei profumi che la ritrovata stagione primaverile è in grado di offrire. Le colline del Monferrato, riconosciute Patrimonio Mondiale dell’Umanità, ben si prestano a vivere l’inizio della bella stagione, non solo per il rilassante paesaggio che circonda il visitatore e per il mix di wine, food e wellness, ma anche per la sua posizione strategica facilmente raggiungibile in 1 ora circa da Milano, Torino e Genova.

Nel cuore del Monferrato, vicino al piccolo borgo di Quattordio, sorge il Relais Rocca Civalieri, un’oasi di pace e relax dove trascorrere la Pasqua, o un weekend primaverile, coccolati da uno staff qualificato e sempre attento alle esigenze dell’ospite.

Cuore della proposta “Pasqua alla Rocca” è il menu studiato dallo chef resident Fabio Bianchi del ristorante “Corte dei Civalieri” che propone nel dettaglio

  • Fagottino Pasqualino con sorpresa di ricotta Seiras
  • Lasagnetta all’uovo con carciofi e fonduta al Bra
  • Risotto di primavera alle erbe fini, fondente di porri e lardo d’Arnad
  • Capretto in fricassea con patate novelle arrostite
  • Pre-dessert al limone
  • Bianco mangiare alle mandorle e cialda di cioccolato fondente

 

Completano il pacchetto il pernottamento sabato notte in camera doppia Superior con prima colazione e late check-out, più la possibilità di usufruire”, all’arrivo o la mattina di domenica, della “Civalieri Spa con vasca idromassaggio, cascate d’acqua, sauna, bagno turco, docce emozionali e vasche per il percorso Acqua. Tra i tanti trattamenti disponibili, come massaggi, singoli e di coppia, radiofrequenza, riflessologia plantare, reiki, da non perdere la “Vasca nuvola” in cui, per 60 minuti, si può sperimentare l’assenza di gravità per un relax totale di mente e corpo.

Chi, invece, preferisce rilassarsi all’aria aperta facendo un po’ di moto può approfittare delle e-bike fornite dal Relais (su prenotazione). Dotate di pedalata assistita e navigatore con percorsi già impostati possono essere utilizzate per visitare il vicino borgo di Quattordio, “capitale del colore” grazie ai murales “regalati” al piccolo Comune da graffitari di fama internazionale, o le vicine cantine Braida.

Se invece si ha più tempo per trascorrere anche la Pasquetta in Monferrato, Rocca Civalieri offre la possibilità di prolungare il pacchetto includendo anche la notte di domenica per poter trascorrere nella magnifica tenuta della Rocca e nel suo parco, anche il lunedì di Pasquetta, con una proposta food che si ispira ad un’antica tradizione piemontese, quella della “merenda sinoira”, antesignana dei moderni happy-hour e aperi-cene.

Questo pasto frugale, ma sostanzioso, deriva da un’antica tradizione regionale si è diffusa a partire dal 1800 proprio nelle campagne dell’astigiano (ma anche nel cuneese, novarese, alessandrino). Veniva portato dalle donne contadine agli uomini che lavoravano nei campi sin dai primi bagliori dell’alba e che, nei mesi primaverili ed estivi, dovevano andare avanti a lavorare fino al tramonto.

La Merenda sinoira proposta della Rocca verrà servita con inizio alle 12.30 e comprende: Taglieri di salame nostrano, Prosciutto crudo 24 mesi, Toma piemontese Dop, Coni con fritti misti, Sandwich assortiti, Pizze focacce e focacce farcite (produzione propria) e tante altre golosità.

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website