|  | 

Cibo News

“Mind” Cibo per la mente

Stampa Articolo
Seguite ogni trasmissione di cucina ma non riuscite neanche a pelare le patate in modo corretto?
Volete fare un regalo originale e divertente?
Avete trovato il posto giusto e la risoluzione dei vostri problemi: Mind Cibo per la mente.
Ho avuto il piacere di conoscere Mind circa due anni fa per una degustazione del maestro pasticcere Antonino Maresca.
Sono rimasta incantata dall’atmosfera conviviale, attenzione e cura nella spiegazione e nella presentazione dei piatti.
Un laboratorio di idee enogastronomiche e scuola di cucina amatoriale di Loretta Cavallaro che tra poco ripartirà con grandi novità.

Mind/Cibo per la Mente è uno spazio dedicato alla cultura del mangiare e del bere, con grande attenzione alle eccellenze italiane, alla diversità biologica, al sapere materiale del cibo, ad una agricoltura sostenibile rispettosa degli uomini,  degli animali e del paesaggio.

Tra poco inizierà la sesta edizione del corso di cucina base in 12 lezioni, un percorso di avvicinamento alle tecniche e alla conoscenza delle materie prime, dedicato a chi “non sa fare proprio niente”.

Nel programma della scuola ci sono anche corsi di cucina vegana e vegana crudista in collaborazione con gli chef di Solo Crudo, Valerio Foglia e Federico Mauceri, e AliceChiara (Viola Mirtillo). Non potevano mancare corsi di cucina e pasticceria romana con lo chef Giovanni Romano, volto storico del Mind.

Si avvicina anche la riapertura del bistrot, completamente rinnovato nella proposta gastronomica e negli interni, che si chiamerà Il Ridotto del Mind. Il bistrot è sempre stato uno spazio dedicato alle degustazioni di materie prime eccellenti e di ricette tradizionali rivisitate, nonché un luogo dove organizzare pranzi, cene o feste private, sia in sala sia nella scuola di cucina con la formula del Personal Restaurant.

Il Ridotto di Mind sarà “ridotto” solo a parole, ma intende proporre molto di più: una vera e propria cucina creativa nel pieno rispetto delle tradizioni romane e delle materie prime, sotto la guida dello chef Valerio di Giacomo.

Scuola di cucina amatoriale

La scuola di cucina nata nel luglio del 2011, ha ormai 5 anni di storia, in cui ha registrato oltre 10.000 iscritti ai corsi di cucina. Le lezioni sono pratiche, per ogni partecipante una postazione di lavoro e la  lezione viene articolata sempre tenendo conto di alcuni elementi fondamentali: la conoscenza delle materie prime utilizzate, le tecniche base, la socializzazione e soprattutto il divertimento in cucina.

La conoscenza delle materie prime utilizzate. Informazioni utili per diventare consumatori consapevoli, per risparmiare scegliendo prodotti di qualità, valorizzando prodotti italiani e imparando a riconoscere le caratteristiche organolettiche e nutritive del cibo.I docenti. La scuola diretta da Loretta Cavallaro, propone professionisti di riconosciuto prestigio e di grande preparazione, seguendone le specializzazioni per offrire una proposta ricca e articolata di corsi.

In ogni lezione, attraverso ricette studiate appositamente vengono illustrate importanti tecniche di base che fanno la differenza fra una cucina “di casa” e un approccio professionale.Il divertimento in cucina.

Il Mind nasce da una grande passione che cerca di trasmettere in ogni gesto ai suoi utenti. Dalla passione nascono  il sano divertimento e la soddisfazione di veder realizzate le proprie creazioni, imparando senza fatica.La socializzazione.

Il motto del Mind è “Se cucini condividi”. Durante le lezioni si crea una bellissima atmosfera fra i partecipanti, si impara anche dai propri errori e da quelli degli altri, si confrontano idee e modalità di lavoro. La scuola è posizionata nel quartiere Ostiense, in prossimità della omonima Stazione.
Potrete trovare tutte le informazioni dettagliate e precise sui corsi e iniziative accedendo al sito web della scuola.

Mind/Cibo per la Mente, è stato fondato nel 2010 da Loretta Cavallaro, giornalista e esperta di cucina, di biodiversità e grande divulgatrice della cultura del cibo. Con l’apertura di Mind, Loretta ha dato forma e vita alla sua passione per il cibo e la cultura, dirigendo la scuola di cucina e dedicando una particolare attenzione alle eccellenze italiane, in particolare i presidi Slow Food.

di Silvia Lunardo

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website