|  |  | 

In primo Piano Ristoranti

Milano, apre Pescheria con Cottura

Stampa Articolo

Con un’anima a metà tra la Puglia e la Sicilia, il ristorante nato a Lecce sbarca nella capitale della moda italiana, con un rinnovato stile “urban-chic” dal sapore vintage dove il cliente si sente immediatamente a proprio agio

Pescheria con Cottura apre a Milano (via Tito Speri 7) alle spalle dei grattacieli del capoluogo meneghino, tra Eataly e Corso Como, uno dei quartieri più dinamici della città che sta diventando il nuovo Distretto dell’enogastronomia. Elegante e accogliente, Pescheria con Cottura è un ristorante di pesce “banco-centrico”, perché organizzato proprio attorno al banco della Pescheria da dove scegliere e ordinare il proprio pasto, scoprire decine di pesci e crostacei, sentire idee di ricette e preparazioni nuove ogni giorno. Un ristorante che ha origini appassionatamente pugliesi e italiane, ma vuole raccontare e portare in degustazione tutto il pesce del Mediterraneo: dalla Grecia alla Turchia, dall’Italia alle isole più lontane attraverso sapori, spezie, tecniche e preparazioni. Il viaggio ideale a bordo di Pescheria con Cottura attraverso il Mediterraneo continua attraverso la scelta dei vini e il cocktail bar ricco di distillati e miscele esotiche che compongono oltre 11 signature drinks inediti.

Ad orientare e consigliare gli ospiti nelle scelte sarà sempre presente Mimmo Persano, direttore del locale e virtuoso della preparazione del pesce in ogni sua declinazione. A questo, si accompagna una carta dei vini che propone più di 120 etichette italiane e straniere. Chi, invece, preferisce un aperitivo e un drink sceglierà il cocktail bar con la sua ricca “drink list”, elaborata in collaborazione con Fabio Bacchi e la wine consultant Valentina Rizzi. L’area mixology del locale è affidata al giovane prodigio bar tender Paolo Mastropasqua, che di Fabio Bacchi è stato allievo e che ha ideato molte delle ricette proposte. Oltre agli 11 Signature Drink, i grandi classici della mixology rielaborati appositamente per richiamare i profumi tipici del Mediterraneo.

Infine, i dolci fatti in casa e ispirati alla tradizione italiana, mentre il caffè viene offerto e servito al tavolo, ancora fumante, dentro a una classica Moka: “Il caffè è l’ultimo ricordo che in genere rimane di un locale – spiega Fabio Ingrosso, giovane ideatore del locale – e spesso nei ristoranti viene servito un caffè non all’altezza del pasto. Noi, al contrario, vogliamo congedarci dai nostri clienti lasciando un ricordo piacevole”.

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website