|  |  | 

EVENTI In primo Piano

Matera 2019: ecco il nuovo logo

Stampa Articolo

La prossima Capitale Europea della Cultura ha presentato il nuovo logo che sarà diffuso in tutto il mondo. Autore, il designer goriziano Ettore Concetti

“L’idea progettuale del logo per Matera 2019 – spiega il designer grafico Ettore Concetti – prende forma dal forte impatto visivo che porte e finestre conferiscono alla visione morfologica della città dei Sassi. Espressione dell’identità e della cultura del luogo, esse sono metafora dell’apertura della città e dei suoi abitanti al futuro ed allo stesso tempo della volontà di includere la cultura europea tutta, di esserne parte e custode.”

Si è svolta ieri la presentazione del nuovo logo della Fondazione Matera Basilicata 2019, col vincitore del bando indetto nel febbraio 2016. A illustrare le procedure di selezione e le motivazioni della scelta del logo (fra le 450 proposte progettuali)  sono stati i membri della commissione Cinzia Ferrara, Presidente dell’Aiap (Associazione italiana design della comunicazione visiva), Mauro Bubbico, grafico e docente di grafica presso alcune Università Italiane e membro dell’AGI (Alliance Graphique Internationale), e Paolo Verri, Direttore della Fondazione Matera Basilicata 2019. Il logo è stato mostrato al pubblico attraverso una video animazione che ne ha raccontato la genesi, illustrata poi nel dettaglio dallo stesso Concetti: “Porte e finestre sono stati gli elementi geometrici cardine su cui si è posta l’attenzione – ha detto – e perciò in seguito evidenziati estraendoli dal contesto e andando a formare una trama visiva. In un secondo momento sono stati selezionati cinque rettangoli rappresentativi, posizionati nello spazio applicando le regole della Sezione Aurea e di Fibonacci, che hanno permesso una progettazione con forme equilibrate e armoniche. Un logo, quindi, pensato in modo dinamico e che quindi ha modo di esprimersi in diversi sistemi e con diverse applicazioni.”

Le potenzialità del logo, altamente versatile, multimediale e aperto, sono state esplorate all’interno di un workshop di professionisti guidato dal Direttore scientifico dell’Open Design School Joseph Grima, subito dopo la chiusura della selezione. I risultati del workshop sono stati illustrati dal videomaker materano, Luca Acito attraverso la presentazione del prototipo del sistema “Open Future” che, con animazione e suoni, compone il logo nelle sue molteplici versioni utilizzabili. A seguire il collettivo MaterElettrica ha realizzato una mini performance per sperimentare il sistema “Open Future”. Il direttore Paolo Verri ha infine spiegato le regole di utilizzo del nuovo logo, resosi necessario sia per la cessione a terzi, in modo particolare per gli accordi di sponsorship, sia per distinguere la fase di candidatura da quella del progetto.

Antonio Forestieri

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website