|  | 

Prodotti

L’oro extravergine di Blera in festa

Stampa Articolo

di Francesca Maisano.

Un appuntamento imperdibile con l’oro di Blera, sabato 7 e domenica 8 luglio 2012 sulla terrazza del Frantoio Colli Etruschi (www.collietruschi.it).
A promuovere il gustoso incontro è la Cooperativa Agricola Colli Etruschi (3 olive Slow Food e migliore frantoio del viterbese su Flos Olei): bravi e, in qualche modo, eroici.

I soci sono oltre trecentonovanta (rappresentano la quasi totalità degli olivicoltori blerani), attivi su circa 800 ettari per un totale di oltre 40.000 olivi.
La maggior parte degli impianti sono basati sulla cultivar Caninese (varietà autoctona), con parallela presenza di recenti impianti a cultivar Frantoio e Leccino.
Chi ha avuto la fortuna di vivere nei territori della Tuscia, sa quanto gli abitanti di queste zone siano fortemente e ancestralmente legati ai profumi e i ritmi della terra.
L’olio extravergine d’oliva è una delle culture più antiche nell’Alto Lazio e un’eccellenza gastronomica di primo livello. Proprio per questo, Vie del gusto vi segnala la Festa etrusca di Blera – comune che vanta origini antichissime databili addirittura tra l’VIII e il VII secolo a.C. – un’esaltazione dei sapori e dei colori del territorio, primo tra tutti l’olio extravergine di oliva.
Tra gli appuntamenti in cartellone (il 7 luglio 2012) la presentazione de Gli oli Monocultivar di Gino Celletti seguita dal confronto aperto su Monocultivar, olio perfetto? (solo su prenotazione 320.7848247 – 328.2881851). Al termine finger food a base di olio extravergine di oliva EVO della Cooperativa Agricola Colli Etruschi, a cura degli stellati della provincia di Viterbo (Iside e Romano del ristorante La Parolina di Acquapendente e Danilo Ciavattini dell’Enoteca la Torre di Viterbo).

L’8 luglio 2012 Maurizio Pallante presenta Debiti pubblici, crisi economica e decrescita felice seguita da un dibattito attuale e interessante sugli scenari di sviluppo ragionevole per agricoltura e cibo.
E per cena? Degustazioni di piatti tipici del territorio blerano e carne esclusivamente Maremmana accompagnati dai vini Trappolini e Villa Chiarini Wulf.
Per tutta la durata della festa è possibile effettuare visite guidate alle zone archeologiche etrusche ed al paese di Blera (prenotazioni: 339.5718135).

Curiosità:  l‘introduzione dell’olivicoltura in Italia si deve agli Etruschi (VIII-I secolo a.C.): popolo di cultura raffinata, caratterizzata dall’uso precoce della scrittura alfabetica e la notevole dignità sociale attribuita alla donna.

Tags

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website