|  | 

Prodotti

Le Strade della Mozzarella, caso di studio di Geografia Economica

Stampa Articolo
Si sta svolgendo a Rimini (3/7 settembre) organizzato dalla Facoltà di Economia dell’Università di Bologna, l’annuale Summer Workshop in Geografia del Turismo. Si parlerà anche de “Le Strade della Mozzarella”, esperienza iniziata a Paestum nel 2007 e che durante il prossimo anno si espanderà in altri territori di grande valenza enogastronomica e culturale della Campania.

Il tema delle giornate di studio riminesi è “Foodscapes – Creativity, innovation and sustainability strategies in the food and wine tourism sector” e, tra gli autorevoli interventi, anche Barbara Guerra dottore di ricerca in geografia economica, ideatrice e organizzatrice dell’itinerario turistico e convention enogastronomica “Le Strade della Mozzarella”, progetto che vede il sostegno del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP, l’unico organismo riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per la tutela, vigilanza, valorizzazione e promozione della DOP Mozzarella di Bufala Campana.

Durante il convegno oltre ad essere presentati i risultati raggiunti in termini di visibilità e posizionamento della destinazione, si articolerà l’intero percorso scientifico generativo della proposta turistica.
L’indagine pubblicata durante l’estate dalla Coldiretti ci aiuta a comprendere il valore del economico del turismo enogastronomico che nel nostro Paese nel 2012 cresce e supera i cinque miliardi di fatturato diventando il vero motore della vacanza Made in Italy nel tempo della crisi.
Secondo l’indagine, per il 35 per cento degli italiani il successo di una vacanza dipende dal cibo e dalla possibilità di effettuare degustazioni delle specialità enogastronomiche locali. “Il cibo infatti – sottolinea la Coldiretti – è considerato dagli italiani l’ingrediente più importante della vacanza che batte la visita a musei e mostre (29%), lo shopping (16%), la ricerca di nuove amicizie (12%), lo sport (6%) e il gioco d’azzardo (2%)”.

I partecipanti al convegno organizzato dall’Ateneo Bolognese, attraverso un piccolo viaggio di 60 minuti entreranno nel mondo della mozzarella di bufala campana ed osserveranno le strategie di marketing utilizzate per la promozione dell’itinerario turistico Le Strade della Mozzarella, progetto partito con l’intenzione di valorizzare il territorio ed i prodotti enogastronomici della città di Paestum, per arrivare dopo cinque anni a lavorare per la promozione di un sistema di imprese e territori molto più ampio: i luoghi di origine della mozzarella di bufala campana DOP.

Nel 2011 Le Strade della Mozzarella ha vinto il premio della Stampa Estera in Italia come miglior iniziativa di promozione territoriale con la seguente motivazione: “Paestum con la sua storia, con il suo impatto culturale unico al mondo, il paesaggio e il gusto infinito della mozzarella di bufala ci offrono quella visione dell’Italia che il nostro pubblico vorrebbe sempre avere. Non idealizzata, non illusoria ma vera e piena di certezze per il corrispondente estero, che guarda con all’Italia sempre con un punto di fiducia in più”.

Le Strade della Mozzarella è un network costituito principalmente di aziende private che, attraverso le iniziative di comunicazione è riuscito a strutturare strategie di posizionamento nel segmento del turismo enogastronomico italiano attraverso un sistema di cooperazione a più livelli.

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • Asiago, il Consorzio in campo per beneficienza

    Asiago, il Consorzio in campo per beneficienza

    La denominazione d’origine protetta sostiene con una donazione l’impegno per preservare il futuro delle millenarie tradizioni casearie Contribuire a salvaguardare il futuro delle malghe e dei pascoli dell’Altopiano di Asiago duramente colpiti dalla tempesta che,

  • Tartufesta, il festival dedicato al tartufo!

    Tartufesta, il festival dedicato al tartufo!

    Non sfoggiano l’allure della costa e l’eleganza composita delle importanti città d’arte dell’Emilia Romagna. E neppure si respira l’atmosfera country-chic, un po’ campagna un po’ centro benessere, che aleggia sulle non distanti mete termali del

  • Il dolce Natale di Distillerie Berta

    Il dolce Natale di Distillerie Berta

    Pregiati liquori dagli aromi seducenti e un soffice panettone dal cuore morbidissimo: tutte le idee regalo della storia distilleria piemontese Arriva il Natale, tempo di regali, sopratutto per gli appassionati gourmet. Distillerie Berta, storica azienda

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website