|  |  | 

In primo Piano itinerari enogastronomici

Le colline del Collio, esperienza da gustare

Stampa Articolo

Grande successo per la seconda edizione di Enjoy Collio Experience, evento che promuove la denominazione e le eccellenze di questo straordinario territorio del Friuli

Nel nord est dell’Italia, tra le Alpi Giulie e il Mar Adriatico, si trova una mezzaluna di dolci pendii soleggiati: il Collio. Il clima mite di queste terre, che risente delle correnti calde dell’Adriatico provenienti da sud e dalla protezione garantita dalle montagne a nord, favorisce da sempre la viticoltura di qualità. Il Collio è un suggestivo susseguirsi di colline, piccoli borghi, riserve naturali e boschive, con una superficie di 1500 ettari di vigneti. Il suolo, chiamato ponca è composto da marne e arenarie stratificate di origine eocenica che si sbriciolano tra le mani, rilevando minuscoli fossili. La ponca dona ai vini la caratteristica impronta di mineralità e salinità che li rende unici e inconfondibili per il loro gusto e profumo. Collio Bianco è, invece, il blend ottenuto dalla coltivazione dei vitigni a bacca bianca che creano un vino di grandissima qualità per aromi e persistenza.

Nel 1964 nasce il Consorzio di Tutela Vini Collio, uno dei primi in Italia, che già nel 1968 ottenne il riconoscimento della DOC. L’allora carismatico presidente, conte Douglas Attems, ebbe la lungimiranza di unire i migliori produttori locali. Dall’anno scorso il Consorzio promuove la Enjoy Collio Experience: sette giorni di degustazioni, visite e itinerari, ma anche pic-nic, passeggiate, sport, musica e tradizioni. La seconda edizione, svoltasi dal 28 maggio al 3 giugno, ha visto duplicate le presenze rispetto la precedente, per un totale di 2500 partecipanti alle varie iniziative. Un programma ricco e articolato, con varie esperienze organizzate dal Consorzio e dai produttori direttamente nelle proprie aziende, a conferma di un format vincente che in poco tempo si è già affermato come l’evento enogastronomico di riferimento del territorio.

L’evento, terminato domenica 3 giugno dopo una settimana ricca di attività, ha registrato numeri e presenze che dimostrano non solo la crescita della manifestazione, ma anche il crescente interesse mostrato da giornalisti e pubblico per le iniziative proposte dal Consorzio e dai produttori partecipanti. “Non posso dirmi che pienamente soddisfatto – ha dichiarato Robert Princic, Presidente del Consorzio di Tutela Vini Colliodell’edizione appena conclusa di Enjoy Collio Experience. La nostra è una terra ricchissima sotto un profilo vinicolo, ma anche gastronomico, paesaggistico e culturale. Il nostro obiettivo era fare del nostro evento un catalizzatore dell’Esperienza Collio, stimolando le attività a diretto contatto con il territorio e invitando visitatori e appassionati a vivere il Collio con tutti i sensi. Sono orgoglioso dei numeri di questa edizione che confermano il nostro proposito e l’auspicio per il futuro è continuare su questa strada rendendo sempre di più il nostro evento una vetrina per le eccellenze del territorio”.

Per i giornalisti di settore degustazioni tecniche e seminari di approfondimento con assaggi di oltre 330 etichette, tra le più rappresentative della produzione della DOC Collio. Nel weekend dell’1, 2 e 3 giugno, invece, la stampa generalista, insieme ad appassionati ed enoturisti, ha potuto scoprire le ricchezze del territorio attraverso le experience promosse dalle singole cantine. Infine la consegna del Premio Collio – che ha visto vincitori Eleonora Serpelloni, Massimiliano Rella, Sandro Capitani e Maciej Swietlik – ospitato presso il Castello di Gorizia, dove tra show cooking e degustazioni di prodotti tipici, i visitatori hanno potuto assaggiare i vini delle aziende del Collio.

Le 10 etichette che ci sono piaciute di più:

  • Ribolla Gialla 2016 di Petruss di Ferruccio Sgubin
  • Ribolla Gialla Tenuta RoncAlto di Livon
  • Collio 2017 di Raccaro
  • Collio 2016 di Edi Keber
  • Bratinis 2015 di Gradis’ciutta
  • Collio Bianco 2017 di Cociancig
  • Malvasia 2017 di Casa delle Rose
  • Ribolla Gialla 2017 di Borgo Conventi
  • Ribolla Gialla 2017 di Komjanc
  • Bianco Col Disore 2015 di Russiz Superiore

Prossimo appuntamento del Consorzio a inizio luglio con la manifestazione Collio in Campo incentrata sul tema della sostenibilità, per rimarcare l’impegno dell’associazione sui temi legati alla tutela del paesaggio e una sempre più viticoltura attenta all’ambiente.

Salvatore Spatafora

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • FORMAGGIO STELVIO DOP

    FORMAGGIO STELVIO DOP

    Lo Stelvio è l’unico formaggio dell’Alto Adige che può vantare dal 2007 l’ambita Dop che certifica la qualità e l’autenticità del prodotto. Lo Stelvio DOP è un pregiato formaggio vaccino di montagna, ispirato alla migliore

  • SPECK ALTO ADIGE IGP

    SPECK ALTO ADIGE IGP

    Lo speck appartiene all’Alto Adige esattamente come le montagne, le mele e il vino. Unico nella produzione e nel gusto, con la sua affumicatura leggera e la sua stagionatura all’aria fresca è conosciuto dai buongustai

  • MELA ALTO ADIGE IGP

    MELA ALTO ADIGE IGP

    Le mele dell’Alto Adige maturano in condizioni ottimali: aria fresca e pulita, terreni fertili, clima ideale e sistemi di coltivazione in armonia con l’ambiente. Con i suoi 18.400 ettari l’Alto l’Alto Adige rappresenta la più

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website