|  |  | 

In primo Piano Ricette

La ricetta: i fusilli tricolore

Stampa Articolo

Un piatto semplice, veloce e gustosa con protagonista quello che è uno degli ingredienti più rappresentativi e genuini della cucina mediterranea: il cappero

Capparis spinosa: questo, il nome scientifico della pianta di cappero. Tra i più celebri, senza dubbio, c’è quello IGP dell’isola siciliana di Pantelleria, e l’estate è la sua stagione: i fiori sbocciano la sera per appassire nella tarda mattinata del giorno seguente. Da sempre apprezzato in cucina, ne vengono utilizzati i boccioli, raccolti di mattina quando sono ancora chiusi e acerbi (è possibile anche cogliere e trattare i frutti, i cosiddetti cucunci).  Nei capperi, sono presenti in grande quantità la quercetina ed erutina, sostanze naturali dalle proprietà antiossidanti e di controllo del metabolismo del colesterolo: grazie a esse, consumare capperi favorisce un’azione antinfiammatoria, anti-trombotica e di riduzione del colesterolo. Numerosissime sono poi le preparazioni gastronomiche a cui possono dare quel tocco in più grazie al loro sapore deciso, consentendo anche di evitare l’aggiunta di sale, come la nostra ricetta del giorno: i fusilli tricolore.

Ingredienti (per 4 persone)

– 400 gr di fusilli
– 150 gr di acciughe
– una manciata di capperi salati
– 250 gr di pomodori secchi
– 150 gr di fave secche
– 150 gr di bietole
– Olio extravergine d’oliva q.b.
– Sale q.b. (solo nelle fave)
– 1 spicchio di aglio

Procedimento
Il giorno prima di preparare il piatto, mettete le fave in acqua.

Per cominciare, cuocetele a fuoco lento con acqua a filo, fino a quando non avranno assunto una consistenza morbida, schiumando di volta in volta. Aggiungete quindi un misurino di olio e mezzo cucchiaio di sale ed emulsionate. Lessate la bietola e strizzatela, poi incorporatela alla purea di fave. Nel frattempo, in abbondante acqua salata, lessate la pasta. In una padella, soffriggete lo spicchio d’aglio con l’olio extravergine d’oliva, aggiungendo poi le acciughe, i capperi e i pomodori secchi a pezzetti. Fate cuocere gli ingredienti per qualche minuto e aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta. Una volta cotta quest’ultima, scolatela e aggiungetela al sugo, infine fatela saltare. Versate la purea di fave e la bieta sul fondo dei piatti e adagiatevi la pasta.

E buon appetito!

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website