|  |  | 

Hospitality In primo Piano

La magia del Castello di Gropparello

Stampa Articolo

Un’esperienza unica da vivere con tutta la famiglia, un vero e proprio viaggio nel tempo tra natura, escursioni, avventure e cibo della tradizione

Di giorno, le esplorazioni nei boschi con picnic sui prati e grandi avventure nel Parco delle Fiabe; di notte, l’ascolto del canto del barbagianni e di tutti i rapaci notturni che vivono tra i boschi e le torri del maniero: queste e altre esperienze incantate diventano realtà con il Weekend magico con mamma e papà al Castello di Gropparello, a due passi da Piacenza. Questo vero e proprio “Parco Emotivo” offre l’opportunità unica di vivere un’intera avventura perfetta per a tutta la famiglia, a partire da una notte passata nella Torre del Barbagianni, un ambiente non solo esclusivo ma addirittura fantastico, perché paragonabile a una macchina del tempo che riporta indietro, molto indietro, le lancette di un ideale orologio impostato sull’unità di misura dei secoli e delle epoche.

Dopo essere arrivati, il programma ideale comincia con una passeggiata sui camminamenti del Castello, lungo l’antica scia dei soldati di guardia, seguita da cena libera. Il pernottamento nella suite Torre del Barbagianni per sentirsi signori della rocca è il preludio a un’intensa giornata che comincia con  la prima colazione a base di prodotti tipici dolci e salati, pasticceria della casa, succhi, yogurt e caffetteria e prosegue con le attività del Castello di Gropparello e del Parco delle Fiabe, dove i bimbi saranno protagonisti principali di una fantastica avventura da cavalieri, combattendo contro orchi e streghe.

Il pranzo alla Taverna Medievale completa la cornice di un fine settimana che offre in ogni periodo dell’anno opportunità ed emozioni da non perdere. Inoltre, fermandosi più giorni, si potrà avere l’occasione di esplorare altri castelli e borghi e, a seconda delle stagioni, andare per vigneti e cantine, raccogliere l’uva, le olive o le mele, o anche seguire piccole lezioni di agricoltura biologica e conoscere da vicino i cavalli, capire la loro mentalità e il loro comportamento e sottoporsi al battesimo della sella.

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website