|  | 

Cibo News

Il tempo delle mele a Francoforte è anche quello delle stelle

Stampa Articolo
A Francoforte i gourmet possono gustare sia ottima cucina tradizionale che eccellente cucina sperimentale. In occasione della quarta edizione della manifestazione “Apfelwein im Römer”, che si svolgerà il 18 marzo, i produttori di pregiati vini di mele di tutto il mondo si incontreranno nel municipio di Francoforte. Gli amanti della cucina classica di alto livello trovano pane per i loro denti nei ristoranti Erno’s Bistro, Tigerpalast, Villa Merton, Emma Metzler o Français. Ma anche ristoranti moderni e innovativi entusiasmano i palati più fini.

Il 18 marzo, circa 1.000 appassionati della bevanda nazionale di Francoforte potranno degustare le ultimissime creazioni di sidro durante l’evento “Apfelwein im Römer”. I produttori presenteranno ben 250 vini di mele di tutte le varietà e provenienze. Mostre d’arte, nuovi film e menù speciali che vedono la mela come protagonista, accompagneranno l’evento. L’interpretazione moderna e originale di piatti tradizionali a base di ingredienti di qualità riveste un ruolo molto importante nel grande mondo della cucina di qualità di Francoforte.

Erno’s Bistro è da decine di anni un’istituzione dell’alta ristorazione di Francoforte, specializzata in cucina francese tradizionale. Il ristorante è stato aperto nel 1974 da Ernst Schmidt, chiamato “Erno”. Nel 1995 la cucina è stata affidata allo chef Valéry Mathis che è riuscito ad aumentare costantemente il livello culinario del ristorante. Nel 1998 il lavoro svolto è stato premiato con una stella Michelin che brilla fino ad oggi sul Bistrot.

Il Tigerpalast, teatro di varietà di alta caratura fondato nel 1988 da Johnny Klinke, è affiancato dall’altrettanto eccellente Tigerpalast Restaurant, che detiene dal 1997 una stella Michelin per la sua eccezionale cucina. Nessun altro teatro ha mai ricevuto questo riconoscimento. Il ristorante vanta inoltre una carta dei vini che contempla oltre 1.000 etichette di prima scelta.

Il ristorante Villa Merton è insignito di una stella Michelin dal 2003. Lo chef Matthias Schneider guida dal 2008 uno staff di sette professionisti, premiati con 17 su 20 punti dalla guida Gault Millau per la loro cucina di ricerca regionale che privilegia prodotti stagionali.

Un altro classico del panorama gastronomico di Francoforte è il ristorante Emma Metzler, architettonicamente integrato nel Museo delle Arti Applicate (MAK). Nel numero di agosto della prestigiosa rivista di cucina Der Feinschmecker, è stato eletto nel 2011 il miglior ristorante di un museo in Germania. A capo della cucina lo chef Uwe Weber, che propone soprattutto piatti dai sapori mediterranei e francesi. La carta accontenta anche i vegetariani.

Una cucina eccellente è anche quella proposta dal ristorante Français all’interno dell’esclusivo albergo Steigenberger Frankfurter Hof. Lo chef Patrick Bittner e il suo team sono stati premiati con una stella Michelin nel 2011 e con ambiti 17/20 punti Gault Millau per la cucina di ispirazione francese caratterizzata da piatti moderni e leggeri. Lo chef-pâtissier Oliver Näve è stato inoltre eletto “Pâtissier dell’anno 2012”.

Carmelo Greco è il cuoco a Frankfurt-Rödelheim che dal 1996 viene premiato regolarmente con una stella Michelin. Carmelo Greco è anche il nome del ristorante che ha conquistato la stella già nell’anno della sua apertura, nel 2011. Greco, siciliano di nascita, propone piatti tipici della cucina italiana con cui detiene 17 punti nella guida Gault Millau.

Uno dei cuochi che hanno arricchito il panorama gastronomico di Francoforte, è l’austriaco Mario Lohninger, dal 2004 chef dei due ristoranti della famosa discoteca “Cocoon Club”. Il ristorante Micro detiene 17 punti nella guida Gault Millau, mentre sul Silk Restaurant brilla dal 2006 una stella Michelin. Una serata al Silk riserva varie sorprese. All’ingresso i clienti tolgono le loro scarpe e ricevono delle pantofole. La cena a base di numerose portate si gusta comodamente su morbidi divani in pelle e grandi cuscini. Il locale vanta inoltre 18 punti Gault Millau.

Nel 2011 ha aperto il primo albergo sul continente europeo del gruppo arabo Jumeirah, che offre ora al centro di Francoforte un soggiorno di lusso. Oltre al design, all’arredamento e al servizio di lusso, l’albergo desidera proporre ai suoi clienti una cucina altrettanto esclusiva. Il ristorante Max on One al primo piano dell’hotel a cinque stelle è affidato al famoso chef Martin Steiner che privilegia prodotti stagionali e del territorio, presentando una cucina di ispirazione tedesca e austriaca.

I prodotti stagionali e regionali sono i protagonisti anche nella cucina del ristorante Seven Swans sotto la guida di Kimberley Unser. Questo ristorante esclusivo con vista sul Meno, architettonicamente il più stretto della città, nel 2011 ha sorpreso i critici. La guida Gault Millau ha premiato il giovane e innovativo locale con il riconoscimento di “Scoperta dell’anno”. Il Seven Swans adotta una formula di multifunzionalità riunendo sotto lo stesso tetto aree business con sale per manifestazioni, presentazioni e meeting e aree private con ristorante, bar e appartamenti. L’edificio era precedentemente riservato ai membri del Club dei Designer tedeschi. Un motivo in più per visitare questo originale ed innovativo locale.

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website