|  | 

Page

Giudicarie Esteriori

Stampa Articolo
Fuori dalla frenesia del presente e dalle rotte del turismo di massa l’altopiano delle Giudicarie offre piaceri lenti e antichi. Adatto a passeggiate rilassanti, a piedi o in bici, custodisce alcuni dei Borghi più Belli d’Italia, le antichissime terme di Comano e offre una moltitudine di delizie gastronomiche assai poco conosciute.

La ciuiga, il salume dell’astuzia contadina
Proprio per la produzione di ciuiga San Lorenzo in Banale è divenuto famoso. Slow Food, nel 2000, la fece diventare un suo presidio per salvarla dall’oblio. Questo insaccato gustoso e dal sapore affumicato è ora molto diverso da com’era originariamente quando fu inventato, si dice, da Palmo Donati, un macellaio di San Lorenzo, a metà dell’Ottocento. L’intuizione che sta alla base della ciuiga è geniale: in tempi di miseria nera, chi aveva il maiale barattava alle fiere le parti migliori per accaparrarsi generi di prima necessità introvabili in valle. Che fare degli assai poco appetibili scarti come le interiora, il cuore e i polmoni? Ci si poteva preparare un insaccato tritandoli e quest’ultimo poteva diventare più abbondante e saziante aggiungendovi un vegetale povero e insipido, che nulla toglieva al sapore del suino: la rapa. Di Giorgia Rozza. (un assaggio dal numero di gennaio di Vie del gusto)

 

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website