|  | 

itinerari enogastronomici

Dolomiti lucane, si vola

Stampa Articolo
Se amate l’avventura e siete sempre sempre alla ricerca del brivido dell’adrenalina, il Volo dell’Angelo nelle Dolomiti Lucane è l’esperienza giusta per voi. Si tratta di un cavo d’acciaio sospeso tra le vette di due paesi, Castelmezzano e Pietrapertosa, che permette di provare un’esperienza davvero unica.

Basta solo avere voglia di vivere emozioni forti e di raggiungere uno dei due splendidi borghi, Castelmezzano e Pietrapertosa, inseriti, tra l’altro, tra i borghi più belli d’Italia, arroccati sulle rocce d’arenaria del potentino.

Ed è qui che, ben ancorati a un gancio e in tutta sicurezza, si può provare un’esperienza indimenticabile, lasciandosi librare nel vuoto.
Si vola. Sì, si vola per davvero. Abbracciati dal vento, ad un’altezza di 400 metri per oltre un minuto e a un velocità di 120 chilometri all’ora. Durante il “viaggio” sgranando gli occhi si rimane incantati dal paesaggio. Tutto scorre in fretta: alberi, sentieri, pecore e mucche al pascolo. Il verde dei boschi, il rosso e il giallo dei fiori s’impregnano negli occhi insieme al bianco dei due paesi incastonati nella roccia che “scorrono” come in un film. Ma su tutto, il colore che domina, è il blu. Il blu del cielo.

Una volta con i piedi per terra, poi, vale la pena scoprire i due paesi, Castelmezzano e Pietrapertosa, ammirandoli non più dall’alto e in velocità, ma con tutta calma. Si scopre così che la storia di Castelmezzano è legata ai Cavalieri Templari: tracce della loro presenza si riscontrano nella toponomastica delle strade e nello stesso stemma comunale che riproduce il sigillo dell’ordine del Tempio (due cavalieri, di cui uno moro, su un unico cavallo alla volta della prima Crociata combattuta anche dagli abitanti di Castelmezzano con la vicina Tricarico).

E si può passeggiare tra le viuzze dell’Arabata, il quartiere arabo di Pietrapertosa, un susseguirsi di piccole case addossate alla parete rocciosa nella parte più elevata del paese. Il nome deriva dalla dominazione araba, guidata dal Re Bomar nell’838, e pare di trovarsi tuttora in una casbah fatta di pietra.

Per informazioni www.volodellangelo.com

Tags

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • APRE GOOD BLUE

    APRE GOOD BLUE

    Il nuovo fast food di pesce che ha a cuore l’oceano  Good for you, good for the ocean   Good Blue, il nuovo healthy fast food di pesce nella centralissima Via Volta a Milano. Good

  • Pantelleria, tra vino e vento

    Pantelleria, tra vino e vento

    La viticoltura eroica, i giardini panteschi, i dammusi e la cucina: la mano dell’uomo ha toccato profondamente quest’isola bellissima, selvaggia e ostile, componendo una sinergia con la natura che è un must per tutti gli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website