|  | 

Cibo News

Passione e disciplina: la strada per diventare cuochi professionisti

Stampa Articolo
Ospiti in giuria della sessione di esami del Corso di Chef di primo livello dell’Associazione Accademia del Gusto Tu Chef, abbiamo incontrato Anna Maria Palma, coordinatrice didattica della scuola.

Tu Chef è una realtà presente nel panorama delle scuole di cucina da oltre 15 anni, che intende essere punto di incontro tra il mondo della formazione e le esigenze sempre più alte del mondo della ristorazione, inserendo nel tempo in questo contesto tantissimi talenti.

“La filosofia della scuola è indirizzata a una preparazione degli allievi a 360 gradi” – ci spiega Anna Maria – “dalla teoria alla pratica, con la valorizzazione e gestione delle peculiarità individuali, finalizzate a uno sbocco diretto nel mondo del lavoro”.

Anna Maria ha fondato la scuola mossa da una passione fortissima per questo settore e per tutto ciò che vi gira attorno: l’abbiamo osservata nella ricerca di materie prime eccellenti (broccoletti freschissimi da un orto appena fuori Roma) e contemporaneamente ricevere in dono un omaggio “floreale” di stagione, un bellissimo mazzo di carciofi romaneschi. Ma la passione come ci spiega lei, da sola non basta per farne una professione.

Ci vogliono anche dedizione e studio rigoroso, di teoria, tecnica, pratica e soprattutto disciplina.

Corso pizzeria Tu Chef

E proprio per questo i ragazzi operano nei diversi ambienti per prepararsi alla gestione di tutte le fasi di lavoro, comprese la preparazione delle postazioni e la loro pulizia finale.

La scuola vanta poi collaborazioni con la Federazione Italiana Cuochi, Slow Food e Coldiretti, che incidono sulla didattica insegnando agli allievi ad interfacciarsi anche con i diversi tipi di fornitori del settore agricolo-produttivo.

L’esame dei partecipanti al corso di Chef di primo livello, a cui abbiamo avuto il privilegio di partecipare, è stata un’esperienza formativa anche per noi.

L’analisi del rendimento degli allievi è stata affrontata con una conoscenza approfondita di caratteristiche e percorso personale di ciascun partecipante. I piatti serviti dagli aspiranti chef dopo solo quattro mesi di corso erano tutti degni di essere serviti in un’attività ristorativa.

Esame Corso Tu Chef

Al tavolo della giuria, oltre ai docenti, anche esperti di settore con cui la scuola collabora costantemente: Alessandro Circiello – Presidente Federcuochi Lazio; Mario Benedetto – Direttore Comunicazione Confagricoltura; Cristiano Rizzo, enogastronomo e chef; Pierpaolo Pienzi – ristoratore romano.

di Marianna Mastropietro

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA AD ANNA MARIA PALMA

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website