|  |  | 

EVENTI In primo Piano

Capodanno: decalogo per la scelta delle bollicine

Stampa Articolo

Tutte le dizioni e le sigle che devono essere presenti nella bottiglia con cui brinderemo al nuovo anno

Cresce l’attesa per l’ultimo dell’anno. Aduc, Associazione per i diritti degli utenti e consumatori, ha presentato un vademecum per la scelta delle bollicine dedicato ai beneauguranti brindisi. ”Non può essere certamente considerato spumante o champagne un vino bianco – precisa il segretario dell’Aduc Primo Mastrantoni – al quale e’ stato aggiunto gas (anidride carbonica) e confezionato con tappo a fungo e gabbietta metallica. Per evitare fregature occorre leggere l’etichetta”.

Un buon spumante, si legge nel vademecum Aduc, deve indicare le seguenti dizioni: – ”metodo classico” (significa che e’ fatto con il metodo champenois); – Doc (denominazione di origine controllata), Docg (denominazione di origine controllata e garantita) o l’analoga sigla europea VSQPRD, il che assicura che il vino e’ di una determinata area geografica; – Prodotto e imbottigliato da… (un produttore corretto tiene a garantire la qualità del proprio prodotto); – la data della sboccatura, cioè della eliminazione del deposito che si forma nelle bottiglie. Inoltre sulle etichette degli champagne dovrebbe essere indicata: – la sigla Ay che sta ad indicare la zona con i vigneti migliori; – la sigla R.M (lo champagne e’ fatto con uve dei produttori); – la sigla N.M (lo champagne e’ fatto con uve di diversa provenienza); – la dizione pas dose’ o nature (non e’ stato aggiunto sciroppo zuccherino); – l’indicazione dell’annata (champagne millesimato).

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • E il  Catarratto divenne “Lucido”

    E il Catarratto divenne “Lucido”

    Dopo due anni di trattative, via libera dal Ministero delle Politiche Agricole alle cantine siciliane per l’utilizzo del sinonimo “Lucido” per le due varietà di Catarratto Grande novità in casa Doc Sicilia. I produttori dell’isola,

  • AICIG

    AICIG

    L’Assemblea Straordinaria dei Soci AICIG si è tenuta il 30 novembre 2018 presso la sala Cavour del MiPAAFT per testimoniare “una svolta storica”, come ha definito Nicola Cesare Baldraghi, presidente AIGIC: coinvolgere non più le

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website