|  | 

Vino News

Cantine green, ecco la migliore d’Italia

Stampa Articolo
Tiene sotto controllo le emissioni di anidride carbonica e utilizza le energie rinnovabili per produrre vini di qualità: è Cà Lustra in Veneto, eletta la migliore cantina green dai sindaci italiani in Campidoglio a Roma, nella prima edizione del premio Impronte d’eccellenza. Tecniche agronomiche sostenibili per un’agricoltura di valore, promosso da Le Città del Vino (www.cittadelvino.it) e Cifo.
Accanto a Cà Lustra di Cinto Euganeo, sul podio salgono anche la veneta Cantina Valpolicella Negrar e l’azienda I Talenti dei Padri Trinitari di Venosa (Potenza).
E i primi cittadini italiani hanno incoronato anche il loro “vino del cuore”: il portoghese Conde de Oeiras, dolce, bio e prodotto dai vigneti di proprietà della Camara Municipal de Oeiras (Lisbona) vincitore del concorso enologico internazionale La selezione del sindaco 2012 (www.selezionedelsindaco.it).
La rassegna (patrocinata dal Mipaaf) è l’unica che prevede la partecipazione dell’azienda che produce il vino e il comune in si trovano i vigneti, ed è riservata alle Docg, Doc e Igt.
Nell’edizione 2012, di scena a Lamezia Terme (in collaborazione con la Regione Calabria), tra le oltre 1.200 etichette in gara sono state assegnate due Gran Medaglia d’Oro al Conde de Oeiras (96,3 centesimi) e la Vino Santo Trentino di Poli S. Massenza (93,5 centesimi) del comune di Vezzano (Trento).

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • Vinarius: focus sul Natale 2018

    Vinarius: focus sul Natale 2018

    L’Associazione delle Enoteche Italiane rivela i risultati del sondaggio condotto sui suoi associati: per il periodo invernale, incrementi attesi tra il 10 e il 15% A pochi giorni dal Natale, Vinarius, l’Associazione delle Enoteche Italiane,

  • Brindisi di Natale con Freschello Extra Dry

    Brindisi di Natale con Freschello Extra Dry

    Il metodo charmat dell’azienda di Montorso Vicentino, anche quest’anno, sarà l’anima delle feste Arrivano le feste e bisogna prepararsi a brindare con stile. Le bollicine, per Natale e Capodanno, non possono mancare, soprattutto se sono

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website