|  | 

EVENTI

Cantine Aperte 2016, il 29 maggio in tutta Italia

Stampa Articolo
In occasione di Cantine Aperte 2016 ecco alcuni appuntamenti da non perdere in tutta Italia.

Ferrari in Trentino

Come ogni anno anche le Cantine Ferrari hanno organizzato una giornata ricca di iniziative.

Dal labirinto sotterraneo in cui le bottiglie di Trentodoc affinano per anni e anni, nel buio e nel silenzio, fino ad assistere all’affascinante pratica del sabrage, che permette di aprire la bottiglia con l’uso di una sciabola, antica tradizione dell’epoca napoleonica.

Un’occasione unica per avvicinarsi alle bollicine made in Italy più famose nel mondo.

Da non perdere la passeggiata tra i filari del Vigneto Alto Margon, dove la coltivazione biologica permette una grande ricchezza di fiori, insetti e profumi tipici di un terreno che rispetta la biodiversità. Infine ammirate la bellezza di Villa Margon, la nostra dimora cinquecentesca custode di una grande storia.

Un vero e proprio percorso “del Bello e del Buono” attraverso i luoghi in cui nascono le bollicine Ferrari, che permetterà di scoprirne tutti i segreti.

Donnafugata in Sicilia

È un classico da non perdere, quello di Cantine Aperte a Donnafugata per immergersi in un’esperienza ricca di contenuti enologici e non solo. Quello della bio-diversità infatti, è il tema presentato dall’azienda in questa edizione di Cantine Aperte, la prima dopo l’improvvisa scomparsa di Giacomo Rallo, fondatore di Donnafugata e figura di spicco del vino italiano.

Russello, Tumminìa ed altri ancora sono gli antichi grani siciliani che Franco Vescera, appassionato panificatore in quel di Carlentini (Siracusa), presenterà attraverso la preparazione live di filoni, pagnotte e fantasiose sculture di pane.

Un lavoro, quello della famiglia Vescera, lontana dalle logiche di omologazione che privilegiano le quantità. L’abbinamento ideale con il pane sarà quello con il Milleanni, di Donnafugata, l’olio extra-vergine ottenuto dalle cultivar Nocellara del Belice, Biancolilla, Cerasuola e Pidicuddara.

Dal campo alla tavola, quindi, nel nome della bio-diversità anche attraverso la valorizzazione di vitigni autoctoni quali Catarratto, Ansonica, Grillo, Grecanico, Nero d’Avola, e di varietà reliquia, quasi del tutto scomparse: 19 varietà per un totale di 30 biotipi coltivati in un campo sperimentale nella Tenuta di Donnafugata, nel cuore della Sicilia occidentale, in collaborazione con l’Assessorato Regionale Agricoltura. Studi e ricerche che guardano al passato per disegnare il vino del futuro.

Teatro di questo connubio, le Cantine storiche di Marsala, in Via Sebastiano Lipari, che domenica 29 maggio, dalle ore 10 alle 18, si apriranno al pubblico per raccontare una Sicilia autentica e meravigliosa.

Lungarotti in Umbria

Da Lungarotti la passione si fa vino e, per Cantine Aperte si trasforma in un’esperienza olistica che incrocia e contamina gusto, cultura e benessere. Sono questi gli ingredienti che la famiglia Lungarotti, tra le prime in Italia a coniugare vino e turismo già dagli anni ’70, offrirà agli enoappassionati nelle cantine di Torgiano e di Montefalco nel weekend di Cantine Aperte.

Si inizia sabato 28 maggio quando, a Torgiano, cantina, Enoteca, Musei del Vino (Muvit) e dell’Olivo e dell’Olio (Moo) e Osteria del Museo, apriranno le porte dando il via alle visite guidate e alle degustazion. Domenica 29 maggio, sempre a Torgiano, si entra nel clou con proposte gastronomiche in pieno stile street food e un mini viaggio sul trenino Lungarotti Wine Express alla scoperta di uno dei borghi più belli dell’Umbria, con tappa anche al Wine Resort Le Tre Vaselle, dove si pratica la vinoterapia. Spazio inoltre alla cultura con la visita al Museo del Vino, che sarà teatro di una caccia al tesoro formato famiglia, e ai laboratori didattici per i bambini alla cantina di Torgiano. Infine per i più sportivi, l’appuntamento è con il ‘trekking tra i vigneti’ con la guida ambientale escursionistica, Alessio Sugoni.

Porte aperte anche alla Cantina Lungarotti a Turrita di Montefalco con degustazioni e visite guidate dall’azienda alla cantina ipogea, fino al vigneto biologico.

Cantine Aperte in Puglia

In Puglia saranno 54 le aziende vitivinicole che apriranno le porte agli enoappassionati per mostrare quello c’è dietro ogni calice di vino, con ricchi programmi di iniziative culturali, musicali, eventi e attività ad accompagnare le degustazioni dei vini di produzione. Le aziende socie del Movimento Turismo del Vino Puglia e il Consorzio stesso godono del Marchio “Prodotti di Qualità”, un attributo importante che garantisce agli enoturisti di degustare sicuramente vini del territorio dagli standard qualitativi sicuri e certificati.
I winelovers potranno scegliere di raggiungere le cantine anche in bici, unendosi all’iniziativa delle associazioni FIAB Ruotalibera Bari e Cicloamici Brindisi/Mesagne e Lecce.
L’elenco delle cantine partecipanti e le attività in programma sono disponibili in dettaglio sul sito www.mtvpuglia.it o sui canali social (Facebook e Twitter) del MTV Puglia.

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • Slow Food: appuntamento a Roma con 2Night for Change

    Slow Food: appuntamento a Roma con 2Night for Change

    Cena solidale a base dei prodotti Presidio Slow Food: obiettivo, sensibilizzare l’opinione pubblica al delicato tema degli effetti dell’alimentazione sul surriscaldamento globale Sarà una serata importante quella di sabato 15 Dicembre allo Spin Time Labs

  • Al via la  Talisker Whisky Atlantic Challenge

    Al via la Talisker Whisky Atlantic Challenge

    Riparte una delle sfide sportive più dure: 88 partecipanti attraverseranno l’Oceano Atlantico affrontanto i limiti della resistenza umana È cominciata la nuova edizione della Talisker Whisky Atlantic Challenge, sponsorizzata dal celebre scotch scozzese e tra

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website