|  |  |  | 

In primo Piano NEWS VINI & OLI

BAROLO CANNUBI RISERVA 2014

Stampa Articolo

Tenuta Carretta passione per il vino dal 1467
Barolo Cannubi Riserva 2014: la nuova annata di un vino iconico
Sta per essere presentato agli appassionati il Barolo Cannubi Riserva 2014 di Tenuta Carretta, prodotto utilizzando esclusivamente le uve provenienti dai vigneti di proprietà situati all’interno di una delle menzioni geografiche aggiuntive più prestigiose della DOCG Barolo.
Il Barolo Cannubi Riserva è un vino iconico, dedicato a Franco Miroglio, l’imprenditore albese del settore tessile che acquistò la Tenuta nel 1985. In suo onore, anno dopo anno, le bottiglie si vestono di una nuova etichetta: i motivi grafici sempre diversi che caratterizzano questa Riserva sono scelti con cura tra i tessuti di maggior successo disegnati e commercializzati dal gruppo negli ultimi decenni.
Si tratta di un Barolo riserva prodotto ogni anno in edizione limitata a sole 1260 bottiglie: l’annata 2014 presenta tratti di eccezionale equilibrio, eleganza e finezza, e profili aromatici ben definiti e caratterizzanti.
“La vendemmia 2014 è stata una delle più complesse degli ultimi anni”, dichiara Giovanni Minetti, CEO di Tenuta Carretta. “Ha fatto la differenza la capacità di gestire le criticità in vigna. È stata infatti un’annata caratterizzata da frequenti precipitazioni, con fenomeni temporaleschi nel periodo estivo che hanno richiesto particolare attenzione per evitare lo sviluppo di patologie fungine. Il bel tempo e le alte temperature registrate nei mesi di settembre e ottobre hanno permesso poi alle uve di giungere a completa maturazione e di sviluppare profili organolettici davvero molto interessanti”.
Cura e pazienza hanno permesso a questo Barolo Riserva di esprimere al meglio la sua complessità. L’affinamento si è protratto infatti per oltre 60 mesi, di cui 36 in botte e 18 in bottiglia. Il colore è rosso granato intenso mentre al naso si percepisce un aroma ampio e complesso, di rosa, sottobosco, cacao, spezie e carrube, con una sottile nota agrumata. I tannini sono fitti e setosi e, grazie all’ottimo livello di acidità, conferiscono al vino pienezza e un’elegante armonia.
CANNUBI
Cannubi,è il nome di una collina nel comune di Barolo definita da un lato dalla valle che risale ampia e maestosa fino a La Morra e dall’altro da quella, più stretta e ripida, che porta a sua volta alla dorsale parallela su cui sorge Castiglione Falletto e che sale sino a Monforte d’Alba. Un rilievo collinare protetto dalle più elevate colline circostanti e che, partendo quasi dal concentrico del paese di Barolo, digrada dolcemente verso la pianura di Gallo Grinzane.
Ma la notorietà di Cannubi è soprattutto legata al Barolo che nasce da questa terra, essendo certamente la menzione più storica di questo vino: la prima bottiglia di cui si ha notizia riporta soltanto il nome del vigneto, Cannubi appunto, e l’annata, 1752. Da allora e, presumibilmente, anche da prima, i vigneti di Cannubi (ufficialmente delimitati nel 2010) sono sempre stati considerati particolari per le caratteristiche qualitative dell’uva nebbiolo che qui si produce (e quindi del vino) e il nome Cannubi è sempre stato riportato in etichetta dai proprietari dei vigneti come elemento di pregio e di qualità superiore.
La particolarità di Cannubi risale a una combinazione irripetibile di fattori pedo-climatici, capace di dare vita a vini divenuti un simbolo delle migliori espressioni della denominazione. L’esposizione e la particolare posizione dei vigneti, protetti dai venti e dal freddo, unitamente alle caratteristiche del suolo, risalente al periodo Tortoniano, ricco di sabbia e marne, con un’importante presenza di calcare (Marne di S. Agata fossili), conferiscono al Barolo Cannubi una pregevole intensità aromatica e un perfetto equilibrio tra eleganza e potenza.
A Cannubi, Tenuta Carretta possiede 2,6 ettari di vigneti di nebbiolo dedicati alla produzione del Barolo Cannubi e del Barolo Cannubi Riserva. Due vini che interpretano non solo lo stile aziendale ma che si pongono anche come emblemi dell’inestimabile patrimonio viticolo della Tenuta e del suo impegno nel preservarlo.
Tenuta Carretta
Tenuta Carretta è un’azienda vitivinicola storica con sede nel Roero, a Piobesi d’Alba. È una delle poche cantine piemontesi a poter vantare vigneti di nebbiolo di proprietà in ciascuna delle aree di origine delle DOC e DOCG di Langhe e Roero ottenute da questo vitigno. Vinifica esclusivamente le uve raccolte negli 80 ettari di vigneto in proprietà, gestiti adottando i protocolli di sostenibilità ambientale previsti dal progetto The Green Experience. Un grande patrimonio viticolo che permette all’azienda di valorizzare i territori di origine delle uve e di produrre una gamma di vini capaci di interpretare e cogliere al meglio le sfumature dei diversi terroir. La massima espressione qualitativa di Tenuta Carretta è rappresentata dai grandi Barolo, Barbaresco e Roero prodotti, le tre denominazioni che, grazie alle loro caratteristiche, hanno reso famose ovunque nel mondo la viticoltura e l’enologia piemontese. Da uve raccolte sulle colline di Cannubi, a Barolo, nascono il Barolo Cannubi Riserva DOCG e il Barolo Cannubi DOCG; dalla Cascina Bordino, a Treiso, l’omonimo Barbaresco Riserva DOCG, e, dal vigneto Bric Paradiso sovrastante la Tenuta Carretta, il Roero Bric Paradiso Riserva DOCG.

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • CAFFAREL CREMI’

    CAFFAREL CREMI’

    ASSAPORA UNA NUOVA E INTENSA ESPERIENZA DI GUSTO: CAFFAREL CREMI’LA NUOVA LINEA DI CREMOSE PRALINE CON INCLUSIONI CROCCANTI Il sapere artigiano della storica azienda piemontese unisce bellezza e bontà per realizzare delle cremose e croccanti

  • LEGUMI SENZA SALE

    LEGUMI SENZA SALE

    LEGUMI SENZA SALE CIRIO, CINQUE REFERENZE PER UNA SCELTA DI BENESSERE I vegetali sono sempre più protagonisti delle scelte dei consumatori, all’interno di un trend che privilegia un’alimentazione sana e naturale. In questo contesto, i

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website