|  | 

Prodotti

Asparago di Terlano, una vera e propria chicca per buongustai

Stampa Articolo
Primavera, torna la stagione degli asparagi “Margarete”: una piccola produzione, concentrata in un fazzoletto di terra lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige, che continua a fare di sostenibilità e rispetto delle tradizioni la propria filosofia. Basti pensare che questa prelibatezza – di colore bianco, con una leggera velatura rosa sulla punta e nel gambo – si coltiva ancora senza l’uso di macchinari, si raccoglie rigorosamente a mano e può essere venduta (e gustata) solo nel territorio di produzione: circa 10 ettari, che garantiscono una produzione intorno ai 50.000 – 60.000 kg all’anno. Inoltre, dal 2011, è in funzione il servizio “taxi degli asparagi” che, ogni due ore, passa a raccogliere gli asparagi per portarli al Consorzio: un solo furgoncino che serve tutti i produttori, a conti fatti un modo per risparmiare tempo e per ridurre l’inquinamento.
Come i gourmet sanno bene, il sapore delicato degli asparagi di Terlano va apprezzato entro poche ore dalla loro raccolta: proprio per questo motivo, in primavera diversi ristoranti dell’area vacanze di Bolzano e dintorni propongono menù ad hoc; mentre molti hotel hanno pacchetti dedicati alle settimane dell’asparago, che spesso includono – oltre alle degustazioni – anche visite guidate ai campi di coltivazione e alla Cantina di Terlano.
È proprio in questo comune, e nelle vicine frazioni di Vilpiano e Settequerce, che il terreno sabbioso e fertile dell’Adige crea le condizioni ideali per la coltivazione dei turioni. Oggi questi asparagi si possono riconoscere grazie al marchio Margarete, omaggio all’ultima regnante del vecchio Tirolo che abitava il castello sopra Terlano: un modo per sottolineare il fatto che questo è un prodotto di forte tradizione, tanto che già nel secolo scorso le famiglie della borghesia di Bolzano ne apprezzavano il gusto delicato. Di quell’epoca resiste, ad esempio, l’abitudine di accompagnare l’ortaggio con la salsa bolzanina (preparazione a base di uova sode, erba cipollina, olio e aceto) e prosciutto cotto affumicato. Senza dimenticare che l’abbinamento perfetto è quello con il cosiddetto “Vino d’Asparagi”, nato nella storica Cantina di Terlano per affiancare, con appropriate aromaticità, le ricette a base di asparagi primaverili. L’etichetta corrisponde alle uve di Terlano Sauvignon DOC.
Foto © Südtirols Süden_alberto campanile
Un calendario di eventi green
Tanti gli appuntamenti in programma tra aprile e maggio per chi vuole assaggiare e conoscere meglio l’asparago a marchio Margarete. Per chi ama unire cibo ed esplorazione del territorio, il 25 aprile torna ad esempio la tradizionale “passeggiata culinaria naturalistica”, itinerario che comprende anche un pranzo a base di asparagi a Vilpiano e una degustazione di vini a Terlano.
Tags

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • Asiago, il Consorzio in campo per beneficienza

    Asiago, il Consorzio in campo per beneficienza

    La denominazione d’origine protetta sostiene con una donazione l’impegno per preservare il futuro delle millenarie tradizioni casearie Contribuire a salvaguardare il futuro delle malghe e dei pascoli dell’Altopiano di Asiago duramente colpiti dalla tempesta che,

  • Tartufesta, il festival dedicato al tartufo!

    Tartufesta, il festival dedicato al tartufo!

    Non sfoggiano l’allure della costa e l’eleganza composita delle importanti città d’arte dell’Emilia Romagna. E neppure si respira l’atmosfera country-chic, un po’ campagna un po’ centro benessere, che aleggia sulle non distanti mete termali del

  • Il dolce Natale di Distillerie Berta

    Il dolce Natale di Distillerie Berta

    Pregiati liquori dagli aromi seducenti e un soffice panettone dal cuore morbidissimo: tutte le idee regalo della storia distilleria piemontese Arriva il Natale, tempo di regali, sopratutto per gli appassionati gourmet. Distillerie Berta, storica azienda

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website