|  |  |  | 

In primo Piano itinerari enogastronomici Senza categoria

Aquadulci, alla scoperta della gastronomia sarda

Stampa Articolo

Dalle paste fresche fatte a mano, al pescato del giorno, passando per il prosciutto di Villagrande e la bottarga di Cabras: un menu con materie prime a km zero

Una terra dolce e selvaggia, in cui i colori vivi del mare, con le sue eclettiche sfumature di blu, accarezzano le sabbie bianche disegnate da dune modellate dal vento ed inebriate da essenze di elicriso, mirto e ginepro. Il carattere del Mediterraneo e la morbidezza del suo paesaggio sono parte dell’essenza dell’Aquadulci, albergo immerso in un rigoglioso giardino ad un passo dalla spiaggia di Su Giudeu a Chia (CA), riconosciuta dalla Guida Blu di Legambiente come la più bella d’Italia.

I profumi della macchia mediterranea inebriano anche il giardino dell’hotel, dove troneggia una piscina con idromassaggio e dove le piante officinali della Sardegna creano l’atmosfera di una piccola oasi dedicata al benessere, dove provare trattamenti e massaggi. I colori della natura e delle tradizioni dell’isola si ritrovano anche nelle camere e suite dell’Aquadulci, come le tinte del giunco, dell’asfodelo e del salice, intrecciati per dar forma ai cesti, e le sfumature calde delle lane tessute per disegnare i tappeti, le coperte e gli arazzi.

Altro fiore all’occhiello dell’hotel è il ristorante con la sua terrazza vista piscina, in cui assaporare un menu con le materie prime a km zero della gastronomia sarda: dalle paste fresche fatte a mano, al pescato del giorno, passando per il prosciutto di Villagrande, la bottarga di Cabras, l’aragosta di Sant’Antioco e i pomodori Camona di Pula. Fuori, la zona bar è ideale per sorseggiare un aperitivo o un mirto ghiacciato dopo cena. Per colazione, infine, non mancano centrifugati di frutta, oltre a verdure e delizie sfornate dal pasticciere.

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • E il  Catarratto divenne “Lucido”

    E il Catarratto divenne “Lucido”

    Dopo due anni di trattative, via libera dal Ministero delle Politiche Agricole alle cantine siciliane per l’utilizzo del sinonimo “Lucido” per le due varietà di Catarratto Grande novità in casa Doc Sicilia. I produttori dell’isola,

  • AICIG

    AICIG

    L’Assemblea Straordinaria dei Soci AICIG si è tenuta il 30 novembre 2018 presso la sala Cavour del MiPAAFT per testimoniare “una svolta storica”, come ha definito Nicola Cesare Baldraghi, presidente AIGIC: coinvolgere non più le

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website