|  | 

Cibo News

Apicoltura in città con Urbees

Stampa Articolo
Diventa sempre più di tendenza nelle grandi città la pratica dell’apicultura urbana, che dopo essersi diffusa già a Parigi, Londra, Toronto, San Francisco, New York e Melbourne, ora approda anche in Italia.
Il progetto, che nel Belpaese parte da Torino, si chiama UrBees, ed ha già creato nel capoluogo piemontese ben 5 apiari attivi.
Un esempio riuscito è quello nel Pav torinese, Parco di Arte Vivente (www.parcoartevivente.it), dove proprio il 15 luglio ’12 ha luogo un workshop con assaggio del miele prodotto nel parco.
L’ideatore del progetto, Antonio Barletta, rassicura chi teme le punture delle api, che sono ben diverse dalle vespe carnivore e si vedono costrette a pungere solo se attaccate.
Contro invece le critiche di apicoltori bio o tradizionali, Barletta evidenzia l’attività positiva di biomonitoraggio che si può effettuare tramite l’analisi urbana del miele degli apiari, favorendo anche lo sviluppo della flora circostante.
Le arnie collocate nell’autunno 2011 in cima all’installazione La Folie du Pav dell’artista Emmanuel Louisgrand presso il Parco di arte vivente, si sono ambientate bene e producono parecchio miele.

Tags

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website