|  |  | 

EVENTI In primo Piano

A Torino il Bocuse d’Or e i Mondiali di Pasticceria

Stampa Articolo

Per prima volta in Italia, arrivano a giugno le selezioni europee delle olimpiadi della gastronomia. Tra i protagonisti della giuria, Carlo Cracco e l’ungherese Tamas Szell

Il Bocuse d’Or e la Coupe du Monde de la Pâtisserie, cioè le Olimpiadi dell’alta cucina, sbarcano finalmente nel Belpaese. A Torino, si comincerà domenica 10 giugno all’Oval Lingotto con la selezione europea della gloriosa competizione della pasticceria mondiale, e si proseguirà lunedì 11 e martedì 12 giugno presso la stessa sede con la più grande competizione enogastronomica mondiale, inventata da monsieur Paul Bocuse, padre della cucina francese moderna.

Per il Bocuse d’Or, 20 team delle nazionali d’Europa si contenderanno la qualificazione per la finale mondiale, in programma a Lione a gennaio 2019. La giuria, composta da 14 grandi chef, sarà presieduta dal cuoco ungherese Tamás Széll, vincitore della selezione europea di Budapest nel 2016 e quarto all’ultima finale mondiale a Lione nel 2017, dallo chef italiano Carlo Cracco, allievo del maestro Gualtiero Marchesi e Presidente d’Onore, insieme a Jérôme Bocuse, figlio del fondatore Presidente del Bocuse d’Or, ed Enrico Crippa, Presidente del Bocuse d’Or Europe 2018.

 “La Francia e l’Italia – dichiara Florent Suplisson, direttore gastronomico del Bocuse d’Or e della Coupe du Monde de la Pâtisserie – sono universalmente riconosciute come le nazioni dove l’enogastronomia è cultura, il cibo uno stile di vita, la cucina un’arte. Nell’anno del cibo italiano del mondo, portare a Torino il Bocuse d’Or significa celebrare il genio e la semplicità di Paul Bocuse in un paese che amava e che è sempre stato di grande ispirazione per lui. Alla finale europea, celebreremo Paul Bocuse e Gualtiero Marchesi, due grandi rivoluzionari della cucina, la cui eredità ci auguriamo che continui a influenzare gli chef italiani e francesi, di oggi e del futuro”. Un’occasione speciale che la città di Torino coglierà per dedicare una mostra proprio a Gualtiero Marchesi, e che sarà presentata il 17 maggio contestualmente al lancio del Bocuse d’Or Europe OFF 2018, il programma culturale che coinvolgerà tutta Torino nei giorni delle due grandi competizioni gastronomiche.

Per quanto riguarda la selezione europea della Coupe du Monde de la Pâtisserie, la gara torinese segnerà il debutto della competizione nel paese del tiramisù e della cassata. Dopo la prima edizione a Parigi nel 2012 e le due selezioni continentali a Ginevra, Torino è la città scelta per ospitare a giugno il round europeo che premia i migliori pasticcieri del mondo, e che vedrà la finale nel gennaio 2019 a Lione.

Antonio Forestieri

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • Pescara, città di mare e di terra

    Pescara, città di mare e di terra

    Pescara è una piccola città abruzzese, che si trova sul mare. Una realtà molto tranquilla, rispetto ai miei standard. Durante l’estate è una città piuttosto viva, in quanto la sua economia è basata principalmente sul

  • AL VIA I LAVORI PER “BASILICATA OPENSPACE”

    AL VIA I LAVORI PER “BASILICATA OPENSPACE”

    Il 10 ottobre sono iniziati ufficialmente i lavori per la realizzazione di “Basilicata OpenSpace” lo spazio multifunzionale progettato da APT Basilicata da allestire al piano terra del Palazzo dell’Annunziata, a Matera, precisamente in Piazza Vittorio

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website