|  |  | 

EVENTI In primo Piano

A Palermo va in scena NOT, la fiera dei vini franchi

Stampa Articolo
I cantieri culturali della Zisa saranno il fulcro di un evento che, dal 12 al 14 gennaio, intende avvicinare il consumatore finale a questa tipologia di vino ancora poco diffusa. In programma degustazioni, convegni, eventi fuori salone e tanto altro con tanti ospiti 

Chissà se il vino artigianale diventerà un giorno come la musica indie. Chissà se da fenomeno di nicchia diventerà una nuova faccia di un universo in cui comunque tutti abbiamo da guadagnarci, almeno in conoscenza.  Sicuramente rispetto alla musica, il vino “indie”, quello artigianale e franco ha ancora un po’ di strada da percorrere. Certamente è una delle novità più in voga del comparto enologico degli ultimi anni e, complice anche il proliferare dell’arte e delle occasioni del bere bene, il verbo del vino artigianale, in tutte le sue declinazioni (naturale, biodinamico) si sta diffondendo sempre di più anche grazie ai numerosi appuntamenti rivolti al grande pubblico e non circoscritti alla conventicola di questi nuovi pionieri del mondo di Bacco. Uno di questi andrà in scena da sabato 12 a lunedì 14  gennaio a Palermo e si chiama “Not – Rassegna dei Vini Franchi”: un multi evento dedicato a questo sistema produttivo che mette al centro la figura del vignaiolo, il lavoro artigianale e che si pone l’obiettivo di diffondere la coscienza del bere come atto non solo culturale ma anche politico di Salvaguardia della Natura e dell’identità territoriale. Non a caso il pay off dell’evento è “Do not modify. Do not interfer”, ovvero “Non modificare, Non intervenire” e rimanda proprio a questa modo di fare il vino e tutta l’immagine coordinata dell’evento, contrassegnata da figure retrò rivisitate in chiave pop, vuole rendere in forme e colori lo spirito della manifestazione che intende azzerare la distanza tra questi produttori e il pubblicato ricercando nuove emozioni enologiche in nuove occasioni di incontro.

 Oggi il vino naturale sta diventando una bella faccia dell’universo vino. Se prime le “puzzette” che contraddistinguono questi prodotti erano visti come difetti, oggi, complice anche una affinamento delle tecniche di vinificazione stanno aprendo lo sguardo su  un modo di fare il vino che mette al centro la capacità dell’uomo  con la sua conoscenza in grado di interpretare l’interazione tra vitigno e terroir.  NOT infatti riunirà per la prima volta nel capoluogo siciliano vignaioli e piccoli produttori di vino italiani ed europei (otre 100 per circa 500 vini in degustazione) mettendo in campo un sistema di sinergie e confronti con gli attori del mercato, dai ristoratori agli operatori di settore sino al consumatore finale. Banchi di assaggio, seminari, tavole rotonde, incontri accademici con l’Università di Palermo, degustazioni tecniche, cene e aperitivi fuori salone nelle città dell’Isola (NOT OFF), eventi con l’arte e la festa con i vignaioli al teatro Santa Cecilia (NOTte, in programma sabato 12 gennaio) sono le tappe di un programma di sensibilizzazione ad ampio raggio su questa tipologia di vino e sulla filosofia e il modus operandi che lo rendono tale. NOT sarà una festa per tutti, porterà i vignaioli e i loro vini nei ristoranti, nelle pizzerie, nelle enoteche, nelle gallerie d’arte, nelle botteghe del gusto di Palermo e di altre città della Sicilia con i NOT OFF. Fuori salone attorno alla tavola e al cibo, strutturati per mettere in rete ristoratori e produttori, con l’obiettivo di diffondere la cultura dei vini franchi, e incuriosire gli appassionati del vino. Aderiscono al programma di NOT OFF: Palazzo Branciforte (Palermo), Cicala (Palermo), Enosteria (Palermo), Osteria dei Vespri (Palermo), Buatta (Palermo), Perciasacchi (Palermo), Gagini (Palermo), Rizzuto Gallery (Palermo), Enoteca Buoni Vini (Palermo), Cortile Pepe (Cafalù), Le Lumie (Marsala), Il Moro (Trapani).  

La rassegna Not è curata da realtà professionali del comparto enogastronomico specializzate nella valorizzazione dell’agroalimentare: il format Good Company, società che gestisce una delle realtà più dinamiche della ristorazione palermitana con 4 insegne (Gagini Restaurant, Aja Mola, Buatta, Bocum) e lo studio di consulenza Gagliardi Associati. Il programma dettagliato dell’evento è consultabile sul sito della Rassegna https://rassegnanot.com/landing-not/Programma.html 

Maurizio Turrisi

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website