|  |  |  | 

Alberghi In primo Piano NEWS

AFEA ART&ROOM: a Palermo l’ospitalità abbraccia la street art

Stampa Articolo

Soggiornare all’interno di un’opera d’arte, diversa in ogni ambiente, in ogni camera, in ogni dettaglio. Questa è la proposta ricettiva di Afea Art&Room: un incubatore artistico che mette in connessione artisti, creativi della street art e ospiti viaggiatori, in uno spazio emozionante, partecipato, interattivo.
Il risultato è una struttura ricettiva unica e originale, ambienti caratterizzati da una personalità forte e avvincente, storie che si sviluppano su pareti, armadi, cuscini e oggetti d’arredamento. Ogni artista ha impresso uno stile e un racconto, fatto di immagini, esperienze tattili e visive, culminanti in un tripudio di colori, in una formula ricettiva emozionante e condivisibile attraverso un’app e l’installazione di QRCode al di fuori di ogni stanza.
Afea Art&Room nasce a fine 2018, quando i proprietari Danilo Alongi e Carmen Russo (soci nell’attività e compagni di vita) hanno diffuso, con la collaborazione di varie realtà come il “Distretto A di Faenza”, una open call cui hanno aderito numerosi artisti e professionisti della street art, dando piena disponibilità alla realizzazione del progetto. Tra gli altri, hanno contribuito Riccardo Buonafede, fondatore del festival Manufactury Project di Comacchio, che ha omaggiato il capoluogo siciliano attraverso alcune immagini ispirate al film “Johnny Stecchino” di Roberto Benigni, collegando l’immagine ironica della banana alla copertina dei “Velvet Underground” di Andy Warhol. Giovanni Lo Verso ha attinto da un passato di scultore, ceramista e scenografo per decorare la camera Li Pupi. Molti esponenti della Scuola del Fumetto di Palermo hanno partecipato alla scenografia della camera Popeye, dedicata a Braccio di Ferro e Olivia. I supereroi di Solo si rifanno alla pop-art, mentre Diamond ha un segno stilistico elegante e provocatorio che si ispira all’Art Nouveau. Lo Stregatto e il Cappellaio Matto sono i personaggi onirici che hanno ispirato un altro artista, Vincenzo Caradonna. Il tema scelto per la “stanza di Alice” è legato al sogno e alla fantasia e quello di “Alice nel paese delle meraviglie” è un racconto dal respiro universale che piace a grandi e piccini e in cui tutti possono immedesimarsi.
Questa interattività si presta anche a servizio del cliente: nei corridoi di Afea, vicino alle porte delle stanze, spiccano i ritratti degli artisti che hanno collaborato al progetto e dei pannellini con dei QRCode. Tramite l’installazione di una App e la lettura dei QRCode dal cellulare, gli ospiti possono visualizzare dei video che riprendono gli artisti all’opera. Un’idea nata, spiega la proprieta’, dalla curiosità dimostrata dagli ospiti che avrebbero voluto avere un assaggio di tutti gli ambienti della struttura. «Dopo essere rimasti contenti della propria esperienza di soggiorno, in molti ci hanno manifestato la voglia di vedere le altre camere, ma questo non sempre e’ stato possibile perche’ occupate. Abbiamo parlato con Davide Currao, nostro amico e fotografo di riferimento, e insieme abbiamo messo a sistema questo modello di interazione, certi che oggi il concetto di alloggio sia in continua evoluzione e ceda sempre piu il passo all’experience, alla ricerca di qualcosa di unico. Due sono i concept che rappresentano infatti la nostra filosofia – continua Carmen Russo, moglie di Danilo -“The City Art Lovers of Palermo” e “The Revolution Hospitality”, il primo in riferimento alla passione verso l’arte e la città di Palermo e il secondo al modo di vivere l’ospitalità che vuole essere sempre piu’ “human” e sempre meno standard». Afea Art & Rooms oggi e’ l’unica struttura in Sicilia e tra le poche al mondo che offre questo tipo di servizio e conferma la volonta’ di voler proporre qualcosa di diverso, originale, appassionante. http://www.bbafea.it

  

 

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website