|  |  | 

Pizzerie e Trattorie Ristoranti

Bell, assaggi gourmet al quartiere Coppedè

Stampa Articolo
La cultura gastronomica a Roma è sempre in fermento. A confermarlo l’apertura di nuovi concept ristorativi anche nel 2016. Tra questi c’è Bell (campana in inglese) che porta la cucina del giovane e talentuoso chef Gabriele Cordaro (con esperienze all’Osteria Francescana di Bottura) in uno dei quartieri più affascinanti della capitale realizzato nei primi decenni del Novecento da Gino Coppedè.

Le architetture sono un originalissimo pastiche di tendenze Liberty e influenze eclettiche. Si va dall’afflato assiro-babilonese della Palazzina del Ragno alle ipnotiche asimmetrie del Villino delle Fate. La dimensione quasi fantastica di questo angolo insolito ha ispirato registi come Nanni Loy (Audace colpo dei soliti ignoti con Vittorio Gassman) e Francesco Barilli (Il profumo della signora in nero).

Anche la cucina di Bell, che prende il proprio nome dalla campana settecentesca esposta all’interno del locale, si caratterizza per una fusione tra tradizione e suggestioni internazionali. L’offerta è eterogenea e va dalle tapas, alle pizze fino al menu alla carta, tutto rigorosamente gourmet.

Il progetto architettonico curato da Luca Bragaglia ha puntato sulla creazione di più ambienti, con diversi gradi di riservatezza, all’interno dello stesso locale: dal fumoir alla saletta, fino al banco bar. Ed è proprio il bancone il cuore pulsante di Bell, dove le barladies professioniste preparano cocktail d’autore, pensati per accompagnare i diversi momenti della giornata. Anche se non manca una selezione di vini alla carta.

Il reparto pizzeria è affidato alle mani di Donato Belloro, che usa per i suoi impasti le farine “5 stagioni”: ossia una classica 00 alla quale aggiunge, oltre ad acqua e sale, anche lievito madre e un pizzico di malto. Dopo 48 ore di lievitazione e un passaggio nel forno a legna sono pronte e fumanti pizze gourmet come la margherita 2.0 con bufala, emulsione di basilico e pomodori confit o con patanegra, gorgonzola, noci e miele di castagno.

Tra le proposte culinarie spiccano le tapas con polenta fritta e sorbetto di sedano e uovo di quaglia con crema di broccoli e sfoglie di pane carasau o gli starter come tartare di ricciola con crema di mais, saba e granita di mela verde e krapfen di pizza con spuma mozzarella, pomodori confit e aria di basilico.

Tra i primi non poteva mancare la carbonara con guanciale di Bassiano e Pecorino della Sabina, ma si esce anche fuori dagli schemi con proposte più particolari come nel caso dei canederli di piccione, brodo al Porto e topinambur.

I secondi spaziano dal polpo fritto con crema di patate, salsa bagna cauda e prezzemolo croccante al cervo marinato al cacao, puré affumicato, nocciole, lamponi e demi glace. E per gli amanti dei dessert fuori dall’ordinario c’è Dulcis in fungo: cioccolato in tre consistenze, caffè, frutti rossi e gelato ai porcini servito su uno scenografico tronco.

Bell via Chiana 80/86
Tel. 06.8551076
aperto tutti i giorni dalle 16:00 alle 24

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • Pastis, nuove proposte gourmet a Milano

    Pastis, nuove proposte gourmet a Milano

    Con l’inverno ormai alle porte, il noto Bistrot a due passi da piazza Cinque Giornate è pronto ad arricchire il proprio menù con due stuzzicanti novità   Pastis, il bistrot di via Marcona a Milano,

  • Da Michele, storica pizzeria napoletana, sbarca a Roma!

    Da Michele, storica pizzeria napoletana, sbarca a Roma!

    Una sorpresa inaspettata! Dopo ben 146 anni, il 20 novembre arriva a Roma “Da Michele”, la storica pizzeria napoletana della famiglia Condurro, nel quartiere Forcella. Una sorpresa perché in tanto sapevano del progetto di aprire

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website