|  | 

NEWS

Riso, prezzi in picchiata: Arborio e Carnaroli dimezzati

Stampa Articolo

Nel complesso i prezzi attuali risultano più bassi rispetto allo scorso anno per quasi tutte le varietà. Segnali particolarmente negativi per i risoni del gruppo Tondo

Secondo un’analisi condotta dalla Camera di Commercio di Pavia in collaborazione con Borsa Merci Telematica, relativa al secondo trimestre dell’anno, quella che sta per concludersi è la peggior campagna commerciale degli ultimi anni per i prezzi dei risoni italiani. Listini più che dimezzati, se si prende in riferimento il mese di giugno, per alcune varietà di tradizionali, come Arborio e Carnaroli. Gravato ancora da una quantità ingente di scorte, dovuta anche all’ampia produzione 2016, il mercato risicolo italiano ha evidenziato nel secondo trimestre dell’anno ulteriori segnali di pesantezza, particolarmente evidenti per i risoni del gruppo Tondo, con i prezzi del Selenio che hanno registrato un calo su base annua prossimo ai 40 punti percentuali. Confronto con lo scorso anno che risulta negativo anche per le varietà Indica, sebbene in termini percentuali il divario sia decisamente meno accentuato (-1,7% a giugno sulla piazza di Pavia), rispetto a quanto emerso per le varietà da consumo interno e per i risoni del gruppo Tondo. Nel complesso, i prezzi attuali risultano più bassi rispetto allo scorso anno per quasi tutte le varietà, con la sola eccezione dei risoni Baldo (+12% a giugno sulla piazza di Mortara) e Ariete/Loto (+13% a giugno sulla piazza di Pavia).

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • New York scopre la grappa italiana

    New York scopre la grappa italiana

    Con ‘Hello Grappa’ il distillato italiano ad indicazione geografica protetta sbarca negli Stati Uniti Al via negli Stati Uniti ‘Hello Grappa’, il progetto di promozione e informazione del distillato italiano voluto da AssoDistil, l’Associazione italiana

  • Olio d’oliva: un mercato in crescita mondiale

    Olio d’oliva: un mercato in crescita mondiale

    Il simbolo della dieta mediterranea è un prodotto sempre più ricercato. Tuttavia, l’Italia perde quote Negli ultimi 20 anni, grazie soprattutto ai crescenti numeri di Paesi che non lo includono tradizionalmente nella loro dieta, il

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website