|  | 

FOOD

Pasta, in Italia boom dell’integrale

Stampa Articolo

Simbolo dell’Italia nel mondo, la pasta è molto più di un alimento, poiché è al tempo stesso elemento culturale ed espressione dell’identità del nostro paese. E’ indiscutibile che la pasta italiana, per qualità e diffusione, sia la migliore al mondo, non a caso la maggior parte delle imprese italiane che producono questo alimento sono caratterizzate da una tradizione ultra centenaria. Secondo l’Aidepi (Associazione Industrie Dolce e Pasta) il consumo in Italia di pasta è pari a circa 26 kg pro capite l’anno. Ma la vera novità è rappresentata dal crescente consumo di pasta integrale che, nel corso dell’ultimo anno, ha registrato tassi di crescita vicini al 20%. Secondo un’indagine Doxa, un italiano su due la sceglie “per il suo gusto e perché fa bene alla salute”. In realtà dall’Aidepi sottolineano come l’integrale, rispetto alla pasta di semola tradizionale, sia ancora marginale, poichè rappresenta ancora solo il 10% circa del mercato. Secondo Paolo Barilla, presidente di Aidepi (Associazione Industrie Dolce e Pasta), “la pasta integrale è la risposta del settore alle ultime linee guida nutrizionali”. La pasta integrale, infatti, secondo i nutrizionisti, ha meno calorie e più fibre, in media circa 8 grammi ogni 100 di prodotto, contro i 2,5 grammi della pasta ‘bianca’. Se inserita nella nostra dieta in modo corretto, assicurano i nutrizionisti, può aiutare ad abbassare il nostro indice glicemico.

 

Lorenzo Martorana

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website