|  | 

Cibo News

Mangiare ad orari “sbagliati” causa obesità

Stampa Articolo

Mangiare in orari “sbagliati” può concorrere a causare l’obesità. Secondo uno studio dell’Università della Pennsylvania, pubblicato dalla rivista Nature Medicine. non è solo la quantità di cibo che si ingerisce a provocare l’obesità, ma anche l’ora in cui si consuma. Secondo lo studio se si mangia a orari “strani” si ingrassa anche senza aumentare l’apporto calorico quotidiano. I ricercatori hanno utilizzato dei topi in cui era stato silenziato un gene delle cellule adipose chiamato “ Bmal1” che è uno degli orologi biologici del corpo. Le cavie private del gene hanno iniziato a mangiare di giorno, quando normalmente sono animali notturni, e ad ingrassare. Un’analisi degli animali ha mostrato l’alterazione degli ormoni dell’ ipotalamo, che regolano l’appetito.
“La ricerca è sorprendente per due motivi – spiega Georgios Paschos, capofila della ricerca – prima di tutto per il fatto che le nostre cavie sono diventate obese senza che aumentassimo le calorie consumate, ma semplicemente con uno spostamento dell’orario. Inoltre, questo singolo orologio biologico che in teoria dovrebbe seguire le direttive di quello principale del corpo, non solo si è mostrato in grado di agire da solo ma anche di influenzare il comportamento di quello principale”.

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • La Pizza secondo Exquisitaly

    La Pizza secondo Exquisitaly

    Il locale polifunzionale nel cuore di Roma è pronto a lanciare un nuovo progetto dedicato alla pizza, con un rinnovato menu ispirato alle principali città italiane Un giro tra l’Italia delle regioni e dei comuni, da

  • ‘Restaurant tour’, boom in Italia

    ‘Restaurant tour’, boom in Italia

    Lo rivela lo chef Andrea Berton, patron dell’omonimo ristorante una stella Michelin, in zona Porta Garibaldi a Milano Oggi, nelle nostre città d’arte, esiste un turismo enogastronomico impensabile fino a dieci anni fa. A Milano,

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website