|  |  | 

FOOD In primo Piano

L’arte dei pizzaiuoli napoletani Patrimonio dell’Umanità?

Stampa Articolo

Da oggi 5 fino al 9 dicembre, sull’isola di Jeju in Corea del Sud, la candidatura sarà all’esame del Comitato UNESCO

“Un negoziato difficile, ma confido nel grande impegno della nostra rappresentanza all’UNESCO e della rete diplomatica”. Lo ha dichiarato il Presidente della Fondazione UniVerde Alfonso Pecoraro Scanio, promotore della straordinaria petizione che punta a favorire la corsa dell’“Arte del pizzaiuolo napoletano” a Patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO.

L’hashatag #pizzaUnesco, infatti, ha già superato i 2 milioni di firmatari in tutto il mondo, numeri travolgenti che confermano come sia la campagna più popolare nella storia delle candidature di tutte le agenzie delle Nazioni Unite, un messaggio fortissimo di sostegno planetario.

A Taipei, in Taiwan, è andato ieri in scena l’evento di chiusura degli appuntamenti #pizzaUnesco per la Seconda Settimana della Cucina italiana nel mondo, l’iniziativa promossa dalla Farnesina in stretta collaborazione con il Mipaaf, che anche quest’anno ha dedicato un focus particolare, appunto, alla promozione dell’Arte del pizzaiuolo napoletano. In vista del voto decisivo, sono stati proprio Pecoraro Scanio e lo chef Enrico Derflingher, Presidente dell’associazione dei cuochi Euro-Toques International e già responsabile delle cucine della Regina Elisabetta II, a rilanciare la petizione mondiale dal ristorante “Il Mercato”: la candidatura dell’Arte del pizzaiuolo napoletano, infatti, sarà esaminata a partire da oggi per i prossimi quattro giorni, nel corso della riunione sull’isola di Jeju (Corea del Sud) del Comitato intergovernativo UNESCO per la Salvaguardia del Patrimonio culturale immateriale.

“L’Italia ha il maggior numero di riconoscimenti UNESCO – ha aggiunto l’ex Ministro delle Politiche Agricole e dell’Ambiente – questo, crea sempre opposizioni a nuove iscrizioni, ma il lavoro di preparazione del dossier, quello della nostra diplomazia, e la mobilitazione da record della comunità internazionale, ci permetteranno di superare tutti gli ostacoli”.

Antonio Forestieri

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website