|  | 

Vino News

L’agroalimentare d’Italia protagonista sulla principale emittente tv giapponese

Stampa Articolo

Il Movimento Turismo del Vino porta l’ agroalimentare italiano in Giappone e lo rende protagonista di un focus su vino e agroalimentare made in Italy  che andrà in onda sulla principale emittente tv giapponese.

16 puntate da 120’ ciascuna in programma per i prossimi quattro anni. Questo è l’accordo sancito tra il Movimento Turismo del Vino e il principale broadcaster privato giapponese, annunciato ieri dal presidente del Movimento al Vinitaly.

Al progetto hanno aderito con il patrocinio sia l’Enit che l’Ambasciata d’Italia a Tokyo, con Alitalia partner tecnico per la realizzazione del programma”.

Il fil rouge del ‘Viaggio alla scoperta dell’Italia del vino’, questo il nome della serie di documentari è la produzione vitivinicola con i suoi co-protagonisti: la gastronomia, l’arte, l’ambiente e la cultura.

La prima puntata parte dalla Sicilia in un percorso tra Etna e Salina, passando per Taormina e Siracusa, Noto e Piazza Armerina, Favignana, Marsala e Palermo. Sempre nel 2017 sono previste tappe in Lombardia, Emilia Romagna e Umbria/Marche. Lo scorso Natale Fuji Tv ha trasmesso il numero zero del programma – girato tra Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Marche – registrando un’audience superiore ai 3 mln di telespettatori.

La produzione rappresenta una tra le più massicce opere di presentazione mediatica mai dedicate all’Italia, con un’imponente quantità di ore di visibilità su un network prestigioso giapponese, comparabile, per target, alla italiana Sky. Il programma è condotto da Isao Miyajima, uno dei maggiori esperti giapponesi di vino e ‘miglior giornalista internazionale ad essersi occupato del vino italiano’ (Premio 2013 Comitato dei Grandi Cru). Isao Miyajima sarà a Vinitaly con il Movimento Turismo del Vino il 12 pomeriggio. Il Giappone rappresenta tra i mercati terzi il quinto paese di destinazione del vino italiano, con un valore registrato nel 2016 di 165mln di euro e una quota di mercato del 12,3% (fonte: Dogane giapponesi).

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • Vino biologico made in Italy: export +40% nel 2016

    Vino biologico made in Italy: export +40% nel 2016

    Lo rivela la ricerca Wine Monitor Nomisma realizzata in occasione del ‘Vino Bio Day’. Consumi interni +2%  Prosegue il successo del vino biologico italiano sui mercati internazionali. Le stime parlano di un valore di192 milioni di euro, con un’impennata del 40% registrata nel 2016 rispetto all’anno precedente. E’ quanto emerge dalla ricerca Wine Monitor Nomisma

  • Prosecco Doc protagonista nel paese del Sol Levante

    Prosecco Doc protagonista nel paese del Sol Levante

    Previsto un fitto programma di attività promozionali e formative fino a dicembre 2017 Il Prosecco Doc prende il volo e sbarca in Giappone per una serie di attività promozionali e informative che si prolungheranno fino a Dicembre 2017. Un progetto annuale che vede la luce per la prima volta e promette grandi soddisfazioni. L’iniziativa è

  • Vendemmia 2017, il punto

    Vendemmia 2017, il punto

    Da nord a sud, dopo i problemi della gelata in primavera e delle fioriture precoci, adesso si lotta contro la siccità, con prospettive che cambiano a seconda delle latitudini Un’estate di fuoco, quella che sta attraversando l’Italia. Siccità e caldo fanno bene alle uve, con le radici delle viti che, in mancanza di pioggia, si

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website