|  | 

Degustazioni

Eventi e degustazioni, i vini dai luoghi più estremi del mondo

Stampa Articolo

Avete mai bevuto un vino affinato in anfora? E quello prodotto con le uve della vigna più profonda del mondo nel cuore della Venezia Nativa o del vigneto più alto d’Europa a Cortina, meta vip per eccellenza? Se siete amanti del nettare di Bacco o semplicemente degli inguaribili curiosi e volete provare dei vini rari, nati in luoghi impervi del pianeta, potete partecipare alle tre degustazioni annuali organizzate dal Cortina Wine Club.

Lo scopo degli incontri è di diffondere la conoscenza di alcune selezionate eccellenze estreme e dare ai soci del club la possibilità di vivere esperienze emozionanti ed uniche in tenute storiche e cantine prestigiose, oltre alla possibilità di adottare una vite di Vigna 1350 della perla della Dolomiti.

Il Cortina Wine Club nasce da un’idea di Gianluca Bisol, ad dell’omonima cantina di Valdobbiadene, Maria Pia Montanari, promotrice della cultura enogastronomica del made in Italy con il marchio TasteinCORTINA, Francesco Anaclerio, direttore del Centro Sperimentale dei Vivai Cooperativi di Rauscedo, e Fabrizio Zardini, esperto wine maker ed importante enologo di origine ampezzana. «Vogliamo regalare agli enoappassionati – ha spiegato Bisol – delle esperienze che difficilmente potrebbero fare e l’opportunità di bere dei vini che raramente potrebbero assaggiare.

Ci sono dei vini affinati in fondo al mare o fatti in Svezia. Potremo in futuro organizzare anche delle gite in alcune di queste zone così particolari». E le possibilità sono molte. Dalla Georgia dove degustare un vino conservato in grandi anfore di terracotta al Mar Mediterraneo per assaporare uno dei pochissimi bianchi prodotti nell’isola di Capri tra suggestivi ed eroici terrazzamenti a strapiombo sul mare, dalla Terra Santa dove le viti si trovano tra Gerusalemme e Betlemme e sono attraversati dal Muro di separazione israeliano ai vigneti hawaiiani della cantina Volcano.

Info: www.cortinawineclub.it

a cura di Lina Pison

 

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • Sinefinis, la Ribolla senza frontiere

    Sinefinis, la Ribolla senza frontiere

    Se è vero che l’amore non conosce frontiere, quello per il vino è in grado addirittura di unire due Paesi. A pochi passi dalla Piazza della Transalpina di Nova Gorica, l’unica al mondo tagliata in

  • Cucunci, lo Chardonnay dell’estate made in Sicilia

    Cucunci, lo Chardonnay dell’estate made in Sicilia

    Frizzante, aromatico, fresco e minerale. Così si presenta all’assaggio Cucunci, il vino firmato Barone Montalto. Un prodotto in cui si ritrova l’autentica anima siciliana, come racconta già il nome. Cucunci è infatti la pianta del

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website