|  |  | 

FOOD In primo Piano

D.One, a Montepagano ‘buona cucina’ tra storia e creatività

Stampa Articolo

La cucina dello chef Davide Pizzuto rappresenta una fusion continua tra tradizione ed innovazione, semplicità e sperimentazione creativa

Un susseguirsi di ambienti lungo un percorso, da fruire non necessariamente in maniera lineare, ognuno con una sua connotazione ed una propria destinazione d’uso. Si presenta così D.One, ristorante diffuso creato nell’antico borgo di Montepagano dallo chef Davide Pezzuto e dall’imprenditrice Nuccia De Angelis. Il locale rappresenta il punto d’ingresso verso un mondo inaspettato, l’inizio di un viaggio divertente tra arte, storia e creatività. Non è un caso, quindi, che il Touring Club Italiano gli abbia recentemente assegnato il Premio “Buona Cucina”, che ogni anno va ad una selezione di locali pubblicati nell’edizione annuale della Guida Alberghi e Ristoranti d’Italia. La cerimonia di premiazione si terrà oggi lunedì 9 ottobre, alle 18,30, a Roma, nella suggestiva location di Officine Farneto in via Monti della Farnesina. Il D.one riceverà l’attestato in occasione della presentazione della guida nell’ ambito del Festival della Gastronomia, un contenitore di eventi per operatori e appassionati. E martedì 10 ottobre, nella Food Zone del Festival, Davide Pezzuto preparerà il suo Tonno marinato alla soia, maionese al wasabi e cipollotto al coppo. La cucina di Davide Pizzuto rappresenta una fusion continua tra tradizione ed innovazione, semplicità e sperimentazione creativa. L’attenzione alle materie prime, la cura nel preservare le proprietà organolettiche degli ingredienti utilizzati, la maestria negli accostamenti e l’estro artistico, fanno di ogni suo piatto un’esperienza sensoriale indimenticabile.

Nel menu del ristorante D.One, nella sezione antipasti, troviamo il Cannolo di ricciola, insalata di spinacino ed emulsione di mare al plancton vegetale, Sgombro arrosto, melanzane in scapece e lamponi; tra i primi, spiccano Granetti, estrazione di panocchie, burrata e crema di cascigni, mentre tra i secondi, Uovo della gallina nera ‘in purgatorio’, rivisitato. Infine i dolci con la specialità della casa: Croccante al carbone vegetale, gelato al caffè e spuma al Cointreau. Ottimo cibo, buon vino e sensazioni di piacevole benessere che si possono prolungare nelle suite presenti all’interno della struttura, ricavate in antiche abitazioni e dotate di ogni comfort.

Lorenzo Martorana

Potrebbe interessarti anche Articoli

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website