|  |  | 

itinerari enogastronomici TURISMO

Ciaspe e proposte gourmand sulle Dolomiti

Stampa Articolo

Foto di Roberta De Min

Cosa c’è di meglio, dopo una giornata trascorsa sulla neve, di un bel fuoco scoppiettante e di una tazza di cioccolata calda? Per la stagione invernale, le Guide Alpine Avventura propongono alcuni tra i più affascinanti itinerari con le ciaspe. Per partecipare bastano un paio di scarponcini, vestiti invernali caldi e la voglia di sperimentare nuove emozioni. In programma, fino ad aprile, un ciclo di escursioni diurne e notturne nel bianco candido della neve, tra i profumi e i rumori misteriosi del bosco e le guglie rosate delle Dolomiti.

Gustiamoci la neve” è la proposta dedicata ai gourmand che prevede un’escursione con le ciaspe e una cena stellata alla Locanda San Lorenzo di Puos d’Alpago, a pochi chilometri dal lago di Santa Croce, dove vivere un’esperienza di gusto unica con le esclusive creazioni dello chef Renzo, un artigiano del gusto in grado di esaltare le eccellenti materie prime locali tra le quali l’Agnello dell’Alpago.

Tra le uscite più affascinanti ci sono sicuramente quelle che permettono di trascorrere una notte in rifugio. Si parte al mattino per un’avventura tra i boschi e le cime innevate e si arriva al calar del sole accolti da una tazza fumante di vin brûlé, si cena tutti insieme attorno al “larin” (focolare), e, il giorno dopo si riparte dopo una corroborante colazione con latte caldo e marmellata fatta in casa. Da Auronzo di Cadore, si sale con la seggiovia del Monte Agudo e si arriva al Rifugio Ciareido, un vecchio ricovero della Prima Guerra Mondiale sul gruppo delle Marmarole. Da qui si possono ammirare le Dolomiti di Sesto, le lontane montagne dell’Austria e poi il monte Peralba dove nasce il Piave, fiume sacro alla Patria, gli Spalti di Toro e il Duranno.

Tra le uscite più suggestive ci sono quelle al chiaro di luna, in Alpago e nello Zoldano, che si concludono con una succulenta cena tipica. Un modo semplice e divertente per vivere la neve, unito al piacere della cucina bellunese con pasta fatta in casa, casunziei, canederli e “pastin”, il piatto locale per eccellenza gustoso e saporito a base di carne tritata e speziata. Per chi cerca nuove emozioni tra sport e natura, ci sono le escursioni in motoslitta da Sappada a Sauris, fiabesca località delle montagne friulane, con pranzo in agriturismo.

Per informazioni: +39 347 2456597

www.guidealpineavventura.com

a cura di Lina Pison

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • Venezia, il gioiello d’Italia

    Venezia, il gioiello d’Italia

    Venezia, una delle mete più belle d’Italia e del mondo. Un gioiello che possiamo vantare con orgoglio. Siamo nel pieno delle celebrazioni del Carnevale che attira nella città lagunare migliaia di visitatori ogni anno. E allora, con l’occasione, scopriamo Venezia un po’ più da vicino, scopriamone gli aspetti peculiari, i tesori preziosi, gli angoli imperdibili.

  • Valle di Cogne tra esperienze culinarie e km di piste innevate

    Valle di Cogne tra esperienze culinarie e km di piste innevate

    Nella  stagione invernale Cogne si tinge di bianco e diventa la regina dello sci nordico regalando momenti indimenticabili con i suoi 80 km di piste. Ma dopo un’intensa giornata sugli sci, l’entusiasmo non si spegne, anzi si rianima, perché la cucina cogneintse è in grado di ritemprare chiunque grazie ad antichi sapori, ricette genuine, a

  • Borgo Egnazia e Vair spa,  un 2016 di importanti riconoscimenti

    Borgo Egnazia e Vair spa, un 2016 di importanti riconoscimenti

    La visione rivoluzionaria e “fuori dagli schemi” dell’ospitalità di Borgo Egnazia è sempre più riconosciuta e apprezzata a livello internazionale. Tanti i premi arrivati nel 2016, a ulteriore riprova che questo “luogo di vacanza” si sta affermando come punto di riferimento nel mondo dell’hotellerie e del wellness. Dopo aver conquistato il titolo di “Hotel dell’anno

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website