|  |  |  | 

CONSIGLIATI DI VIE DEL GUSTO Focus Chef Ristoranti

Camillo Sorrentino: lo chef della cucina semplice

Stampa Articolo

Camillo Sorrentino, lo Chef della cucina povera e semplice di Vico Equense ci racconta del suo successo alle Osterie Torre Ferano e di come la tradizione lo abbia spinto verso l’innovazione.

46 anni e un’esperienza ventennale, ha iniziato questo lavoro all’età di 13 anni girando per le cucine della penisola; a 19 anni ha aperto il primo locale a Meta di Sorrento di nome “Il Terrazzino” ma dopo circa dieci anni, per mancanza di stimoli, l’ha lasciato per aprire subito un altro locale, a Vico Equense, di nome “Osteria Torre Ferano”.

Proveniente dalla scuola del maestro Giosuè Maresca, in cui si è formato anche Antonino Cannavacciuolo, è con lui che oggi collabora a Torre Ferano portando avanti il concept di una cucina semplice, a base di prodotti tipici locali elaborati secondo la tradizione, ma sempre con un pizzico di innovazione.

La scelta dei prodotti freschi ogni mattina è una prassi fondamentale nel piano di lavoro quotidiano dello Chef, che ogni mattina al mercato sceglie con attenzione le materie prime per le sue creazioni.

“Una cucina fatta di piatti tipici, di sapori veraci e che gode di un panorama indimenticabile”, così Antonino Cannavacciuolo descrive l’Osteria Torre Ferano.

Sempre attento a proporre ricete nuove ed originali, durante lo showcooking del 18 maggio ha preparato 3 piatti dedicati agli spaghetti e al caffè, usando la pasta “Gerardo di Nola” e caffè “Campana Caffè” che è una torrefazione di Torre Annunziata , slow food.

Camillo Sorrentino spiega così la scelta di questo accoppiamento: “Gli spaghetti ed il caffè fanno parte della nostra cultura e costituiscono un modo per incontrare gli amici basta pensare ai modi di dire “andiamo a prenderci un caffè? Oppure: “ci facciamo uno spaghetto?” Sono prodotti che abbiamo dentro e nessuno ce li può togliere! Infine ringrazio tutti perché senza non aver potevo fare tutto questo. Un grazie anche alla mia famiglia che mi segue con tanta pazienza e a tutti i collaboratori che ho avuto in questo percorso e che avrò ancora, perché da soli si vincono le partite ma insieme si vince il campionato quindi forza il gioco di squadra e avanti tutta!”

Possiamo senza dubbio affermare che la chiave del successo di Camillo Sorrentino sta nella curiosità e voglia di imparare e scoprire cose nuove. 

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • Bioesserì protagonista negli USA

    Bioesserì protagonista negli USA

    Il concept restaurant biologico nato a Palermo sarà tra gli spunti più interessanti del prossimo “Identità Chicago”, dove tra pizza e innovazione porterà un soffio di Sicilia In quella che i suoi stessi abitanti definiscono

  • Roma, apre il nuovo Ristorante Cuore e Gusto

    Roma, apre il nuovo Ristorante Cuore e Gusto

    Il nuovo locale propone una cucina semplice, figlia della memoria, ma al tempo stesso elegante, grazie ai tocchi d’inventiva del giovane chef Devis Pinto Piatti della tradizione arricchiti dalla ricerca e da nuove tecniche, tanta

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website