|  | 

NEWS

Arancia rossa, attesa migliore raccolta degli ultimi 10 anni

Stampa Articolo

Le previsioni indicano agrumi non di grande calibro, ma dalle qualità eccellenti. Merito anche delle recenti piogge abbondanti che hanno contribuito a ben nutrire piante e frutti

Con le temperature che iniziano pian piano a scendere e la cima dell’Etna alle prese con la prima spolverata di neve, si avvicina la stagione di raccolta degli agrumi in Sicilia. L’attesa maggiore si concentra, come di consueto, sulle arance rosse Tarocco, Moro e Sanguinello. “Quella che inizierà a dicembre si presenta come l’annata agrumicola migliore degli ultimi dieci anni dal punto di vista organolettico”, annuncia Nello Alba, amministratore unico di Oranfrizer, azienda leader in Italia nella produzione di agrumi, ortofrutta e spremute, con importanti volumi di esportazione anche in Nord Europa, specie in Norvegia e Gran Bretagna. “Stiamo monitorando gli agrumeti: fino ad ora le temperature sono state molto favorevoli e le piogge stanno contribuendo a nutrire bene piante e frutti, ma bisognerà attendere l’ultima fase di maturazione durante la quale avverrà la pigmentazione; i livelli di zuccheri e di acidità rilevati, confermano che quest’anno raccoglieremo frutti davvero eccellenti”.

Oltre a vantare l’Indicazione geografica protetta riconosciuta dall’Europa, l’arancia rossa è considerato un prodotto altamente pregiato per il suo particolare gusto e per la sue proprietà. La sua polpa è ricca di antocianine, sostanze antiossidanti naturali molto importanti per l’organismo, poichè contribuiscono a contrastare l’azione dei radicali liberi. A queste si aggiunge la vitamina C: con un’arancia rossa fresca dal peso medio di 100 grammi è possibile assumere 40 mg di antocianine e 60 mg di Vitamina C, basta sbucciare e mangiare un solo frutto per soddisfare, invece, il 75% del fabbisogno quotidiano di Vitamina C.

Lorenzo Martorana

Potrebbe interessarti anche Articoli

  • New York scopre la grappa italiana

    New York scopre la grappa italiana

    Con ‘Hello Grappa’ il distillato italiano ad indicazione geografica protetta sbarca negli Stati Uniti Al via negli Stati Uniti ‘Hello Grappa’, il progetto di promozione e informazione del distillato italiano voluto da AssoDistil, l’Associazione italiana

  • Olio d’oliva: un mercato in crescita mondiale

    Olio d’oliva: un mercato in crescita mondiale

    Il simbolo della dieta mediterranea è un prodotto sempre più ricercato. Tuttavia, l’Italia perde quote Negli ultimi 20 anni, grazie soprattutto ai crescenti numeri di Paesi che non lo includono tradizionalmente nella loro dieta, il

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website